spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Mamma Tour”: pensieri e parole per la mamma a passo lento tra le colline del Chianti fiorentino

    Domenica 5 maggio i camminatori leggeranno e condivideranno poesie, ricordi, scritti dedicati alle proprie mamme. Tra gli altri anche lo scrittore Marco Vichi

    SAN CASCIANO – “Mamma, quanti significati, quante immagini in questa parola che solo a pronunciarla se ne assapora la pienezza! La sussurro e sento la tua voce, la chiamo e avverto le tue carezze, la invoco e le tante storie, vissute e condivise, tornano alla mente, come se sfogliassi un diario appena compiuto, scritto a quattro mani, insieme a te”.

    E’ il pensiero dedicato alla propria mamma di una camminatrice che domani, domenica 5 maggio, risponderà al richiamo della natura e al desiderio di bellezza che si respira in campagna, unitamente al bene profondo per il genitore impresso su carta.

    Una poesia, una dedica, un omaggio che la cittadina di San Casciano condividerà con altre decine di appassionati di cammino e viaggio slow tra le colline del Chianti fiorentino, alla scoperta di uno dei paesaggi più affascinanti della Toscana e sulle tracce delle nostre radici.

    Perché quando si parla di origini una delle prime parole che viene in mente è…”mamma”, il bisillabo che si elabora e si pronuncia nei primi anni di vita.

    Natura, trekking e amore per la mamma nel mese delle rose e dei fiori in cui per l’Italia ed altri 40 paesi del mondo si celebra la festa ufficiale sin dagli anni Cinquanta.

    Da qui l’idea di organizzare una camminata con il titolo evocativo “Mamma Tour”, in programma domani alle ore 9 con ritrovo a Campoli.

    Sono passeggiate e soste attraverso sentieri e percorsi del Chianti inesplorati di incantevole bellezza, tra lune monumentali, come quella di Mauro Staccioli nei pressi dell’Osservatorio astronomico di Torre Luciana, antiche pievi, boschi e strade bianche.

    Un percorso di 11 Km tra Mercatale e San Casciano…pensando alla mamma e leggendo pensieri per lei, vicina, lontana.

    Con i cittadini e le cittadine che, oltre agli scarponi e allo zaino in spalla, porteranno con sè (e non solo nel cuore) dei pensieri, delle poesie, dei ricordi dedicati alle loro mamme da leggere e condividere con il gruppo.

    Alla camminata prenderà parte anche lo scrittore Marco Vichi che leggerà le sue composizioni scritte per la madre. Il pranzo a sacco è a cura dei partecipanti.

    L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Il labirinto, la Comunità Toscana Il Pellegrino, la Fondazione Macinaia, l’associazione per Crescere Insieme, la Cooperativa Le Rose, il Campo Stelle APS, l’Associazione Via Romea Sanese Accessibile, il Gruppo Trekking Senese, le parrocchie di Santa Maria di Mercatale e Santo Stefano in Campoli in collaborazione con il Comune di San Casciano.

    L’evento di domani è uno degli appuntamenti del ciclo di percorsi e camminate per tutti organizzati fino all’8 giugno.

    Nello specifico le prossime date sono sabato 18 maggio in cui la camminata sarà intercalata da canti, balli e fisarmonica insieme a Marlene Fuochi lungo un percorso di 5 km, nei dintorni di Santo Stefano a Campoli (con pranzo presso la Pieve), e sabato 8 giugno quando si andrà lungo il fiume Pesa a “Contare le lucciole”. Partenza da Cerbaia (5 Km).

    Info e iscrizioni: 3473406429, 3358407189, 3393972231.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...