spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sensazionale menu del pranzo di Pasqua alla Trattoria Antica Calcinaia: imperdibile

    Dallo sformatino di cavolo viola alle caserecce al ragù di cinta; dalla faraona tartufata al cosciotto d'agnello...

    CALCINAIA (SAN CASCIANO) – Dall'aperitivo di benvenuto al caffè. Per un Menu di Pasqua davvero splendido pensato dal patron Marco Romoli e dallo chef Gero Paino.

     

    Il pranzo pasquale di domenica 1 aprile alla Trattoria Antica Calcinaia, fra San Casciano e Mercatale, inizia infatti con l'aperitivo di benvenuto.

     

    Come antipasto ecco lo sformatino di cavolo viola su crema di cipolle e pancetta croccante.

     

    Come primi piatti un risotto e una specialità della casa, rigorosamente fatta a mano, ovvero la pasta fresca: risotto agli asparagi e caserecce su ragù bianco di cinta senese.

     

    Due anche i secondi piatti. Imperdibili: cosciotto d'agnello ripieno ai carciofi con patate al forno; faraona tartufata con purea di ceci.

     

    Come dessert, infine, sfogliatina di crema e pere. E mattonella di gelato.

     

    Acqua, vino Chianti Classico e caffè: tutto compreso, 45 euro a persona.

     


     

    Trattoria Antica Calcinaia, via Grevigiana 21, località Calcinaia (San Casciano), telefono 0558294785

     

    INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...