spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Misericordia di San Casciano: dopo le elezioni ecco tutte le nuove cariche

    Le nomine: Governatore Marco Poli, vicegovernatore Giuliano Pescini, amministratore Andrea Del Mastio e segretario Ilaria Cioppi

    SAN CASCIANO – Lunedì 22 novembre, nella prima riunione di insediamento del nuovo Magistrato della Misericordia di San Casciano eletto nei giorni scorsi, con il voto interno degli undici membri, sono state assegnate le nomine.

    Confermato Governatore Marco Poli, vicegovernatore Giuliano Pescini, amministratore Andrea Del Mastio e segretario Ilaria Cioppi.

    Il Collegio dei Probiviri, invece, sarà invece composto da tre membri eletti: Renzo Bruni, Mariano Renzini e Luciano Conforti.

    Che si occuperanno di regolare i rapporti tra il Magistrato e i Fratelli dell’Arciconfraternita.

    “Sono onorato della fiducia che mi è stata dimostrata – ha commentato il neoeletto Governatore – Questo ruolo ha sempre significato e tuttora significa per me mettersi a servizio al fianco di tutti i miei confratelli e le mie consorelle”.

    “Svolgendo in pieno spirito di misericordia il ruolo di governatore – ha precisato – come un semplice volontario, continuando tutti insieme a dare un aiuto pieno e gratuito a chi soffre, sia dal punto di vista morale che materiale”.

    “Farò in modo – ha promesso Poli – di continuare un cammino che veda la nostra Misericordia crescere ancora di più per sostenere la rinascita, in questo periodo post pandemico, della persona nei valori formativi dell’esperienza che ho coltivato da molti anni qui nella nostra Arciconfraternita”.

    “Grazie a tutti coloro che hanno rinnovato la fiducia nel mio/nostro operato” ha concluso.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...