spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Murales e canzoni rap create dai giovani di San Casciano, protagonisti di due progetti artistici e musicali

    "Artistianti" e "Modalità Aereo" sono i due progetti promossi e realizzati con l'obiettivo di offrire ai giovani nuovi spazi e occasioni di espressione

    SAN CASCIANO – Un murale, una canzone rap, un videoclip.

    Sono questi gli strumenti di comunicazione che un gruppo di ragazze e ragazzi di San Casciano ha scelto per raccontarsi e testimoniare la propria vena creativa.

    Dietro i segni, le tracce di un writer che con i colori vuole lanciare un messaggio e portare bellezza, senso di libertà e indipendenza o di una voce che elabora un beat scrivendo rime baciate c’è molto di più.

    Ci sono le estensioni emotive più vere e profonde delle nuove generazioni che compongono e creano per se stessi e per gli altri.

    E’ quanto è accaduto nel comune sancascianese, dove un gruppo di giovani ha preso parte attivamente alla realizzazione di due progetti che intrecciano finalità culturali e sociali.

    Si tratta di “Artistianti” e “Modalità Aereo”, due percorsi promossi e realizzati dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di offrire ai giovani nuovi spazi e occasioni di espressione e coinvolgimento dinamico nella vita di comunità, stimolati a orientare le proprie energie nella creazione di attività appassionanti e collettive.

    Il primo, “Artistianti”, ha visto protagonisti i ragazzi dell’attività educativa, coordinata dal Comune, gli ospiti della struttura SAI, i giovani in PCTO del progetto “Bell’atmosfera” e i ragazzi seguiti dal Servizio Operatori di Strada. Il gruppo di lavoro è stato seguito dallo street artist Mono_graff.

    Il secondo, “Modalità aerea”, è un progetto di sensibilizzazione, prevenzione e contrasto ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo, presentato dal Comune, finanziato dalla Regione Toscana e realizzato da Coop 21, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Il Principe”, insieme ai ragazzi e alle ragazze della scuola secondaria di primo grado “Ippolito Nievo”, sostenuti dagli educatori di strada e da alcuni professionisti.

    Sono l’esperta di produzione musicale Alessia Damiani, l’educatore esperto di laboratori di scrittura e rap Zatarra che ha affiancato i giovani nella realizzazione delle barre e il videomaker Andrea Truman.

    Un percorso articolato e coinvolgente. Alessia Damiani che ha svolto un ciclo di incontri nelle classi seconde e terze per far conoscere il mondo della musica elettronica e creare delle basi musicali insieme agli studenti e alle studentesse.

    La base creata dai ragazzi, ritenuta più convincente dalla classe, è stata usata nel laboratorio di scrittura dal rapper Zatarra che ha condotto i partecipanti ad esplorare la cultura rap e produrre barre, ovvero strofe, affrontando la tematica del bullismo e cyberbullismo.

    I partecipanti hanno poi ideato lo storyboard del video e insieme all’esperto videomaker hanno realizzato il videoclip della canzone. 

    Gli esiti del progetto saranno presentati nell’evento “Sanca City” che vuole valorizzare i percorsi intrapresi dai giovani, in programma venerdì 24 maggio alle ore 17 al terzo piano del parcheggio Stianti, con la partecipazione del rapper toscano Zatarra. L’iniziativa offrirà l’occasione per illustrare il murales e la canzone creata dai ragazzi.

    Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...