spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il terzino dell’Inter gradito “visitatore” di “Sottocasa”, nel centro di San Casciano

    SAN CASCIANO – Li vedete sorridenti nella foto qui sopra: sulla sinistra Marco Matteuzzi, titolare della pizzeria "Sottocasa" in via Morrocchesi a San Casciano; sulla destra il figlio, Alessandro.

     

    In mezzo a loro Yuto Nagatomo, terzino (o come va di moda dire oggi… esterno) dell'Inter. Di passaggio domenica 15 settembre a San Casciano, in visita a un amico che vive in una frazione del comune.

     

    Non poteva saperlo il giapponese nerazzurro, ma regalo più bella alla coppia di Matteuzzi non poteva farlo: è infatti andato a salutare i titolari della pizzeria più nerazzurra… di tutto il Chianti.

     

    Padre e figlio infatti, insieme a tanti altri sancascianesi (ebbene sì, compreso chi scrive, facciamo "outing"!) hanno composto per anni anche l'Inter Club di San Casciano.

     

    E in quella pizzeria dove insieme hanno seguito le gesta dell'Inter di Josè Mourinho, il "Triplete" (diventato anche una pizza), è arrivato uno dei giocatori più amati della squadra di Walter Mazzarri.

     

    "Ed è stato un piacere – commentano – al di là del tifo, trovare una persona che dal vivo è come appare in televisione. Sorridente, educata, disponibile".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...