spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nel parco di Villa Nunzi il penultimo appuntamento del “Mercantiere d’estate”

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Dopo il grande successo del Mercatalent (clicca qui per leggere l'articolo e vedere le foto), il "Mercantiere d'estate", che ha animato tutta l'etsate mercatalina, è ormai arrivato alle sue due battute finali.

     

    Questa sera alle 21.30, in seguito alla forte pioggia di mercoledì scorso che rese impossibile lo svolgimento, il gruppo mercatalino "doc" NuoveTrasparenze ripropone il suo concerto nel parco di Villa Nunzi.

     

    Ricordi di un passato musicale di Mercatale documentato da fotografie di ieri gentilmente concesse da "L'Arsomiglio" accompagneranno le melodie eseguite dal gruppo mercatalino.

     

    Giovedì 25 luglio ultimo appuntamento dedicato alla memoria: l'Anpi (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) proporrà una serata dedicata a una pagina triste della nostra storia, con la proiezione del documentario "Il Treno che bucò il Fronte" di Stefano Ballini, che per il suo lavoro ha ricevuto gli apprezzamenti anche del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (clicca qui per leggere l'articolo). Appuntamento in piazza alle 19.30 con l'apericena: a seguire la proiezione.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...