spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Presidente Gianluca Lombardi: il 2 luglio festa per i 10 anni di vita

    SAN CASCIANO –  E' stato eletto a San Casciano il 22esimo consiglio del Gruppo Toscano Innovatori "Tecno Film", con il quale dal 1° febbraio sarà operativo nello svolgere la nuova programmazione dei lavori gia presenti negli eventi della pagina Facebook.

     

    Il nuovo consiglio sarà così composto: Gianluca Lombardi (presidente,addetto al montaggio video e momenti di condivisione sociale); Simone Marcucci (vice-presidente, direttore del giornalino “La Ripresa”e addetto attività di gruppo); Grazia Lenti (segretario, responsabile dell’archivio e gruppo fotografico “Il Toro”); Giovanni Maiorano (addetto attrezzature, pronto soccorso e video editing); Alessandro Merlini (sindaco revisore e garante del regolamento interno); don Luciano Marchetti (Padre Spirituale).

     

    "Il gruppo – fanno sapere – già dal 1° febbraio restringerà il suo campo di azione. Lo farà per gli incontri di persone degli ambienti cinematografici amatoriali e professionali presso la sede di San Casciano e con il circolo Acli dove avvengono le prime proiezioni dei nuovi lavori. Di qui,saranno organizzate visioni nei circoli Arci di Casellina (Scandicci) e Mcl Tavarnuzze (Impruneta), luoghi di maggior partecipazione e interesse".

     

    "L'unica manifestazione pubblica – concludomo – rimane la festa delle “Frittelle a Montefioralle”, solo la domenica al Torrino. Si riducono anche le edizioni del giornalino "La Ripresa" che da 4 l'anno passano a 2. Questa squadra porterà il gruppo al prossimo 2 luglio per i festeggiamenti dei 10 anni di attività".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...