spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Palio dei’ Ciuchi di Cerbaia, vince Zeno Daddi per La Pesa. Il presidente Presciutti: “Festa con numeri pazzeschi”

    Domenica 23 giugno l'atto finale della Festa Arte e Sport organizzata dall'Usd Cerbaia: tutte le immagini, dalla sfilata, alla corsa, alla premiazione

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – Dopo il successo dello scorso anno, La Pesa si aggiudica anche questa edizione del Palio de’ Ciuchi con Zeno Daddi (detto“I’ Miccia”) nell’ambito della 37esima Festa Arte e Sport, a Cerbaia, conclusasi con il tradizionale atto finale domenica 23 giugno.

    Come da tradizione il Palio de’ Ciuchi è stato preceduto dalla sfilata storica del pomeriggio, e la benedizione dei fantini rappresentanti le quattro contrade paesane: La Sugana, La Pesa, Il Villaggio e Cerbaia Nuova.

    Sugli spalti centinaia di contradaioli e appassionati a seguire questa edizione del Palio che, per l’occasione hanno realizzato una bellissima coreografia.

    Il presidente dell’Usd Cerbaia, Luca Presciutti, ha voluto ringraziare i volontari e tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della Festa Arte e Sport edizione 2024 (che sono stati davvero tanti) con due parole che riassumono tutto: “Siete Fantastici”.

    Serata che ha visto fare il giro di campo anche da parte della squadra di calcio del Cerbaia, neo-promossa nel campionato di Promozione.

    Durante i ringraziamenti Presciutti ha voluto ricordare con affetto Massimiliano Pescini, l’ex sindaco di San Casciano che ci ha lasciato il 25 maggio scorso a soli 49 anni, sempre presente per la società e al Palio de’ Ciuchi.

    Lo ha salutato chiedendo un caloroso applauso da parte di tutti, e citando una frase che diceva sempre lui: “Da soli si va più veloci, ma insieme si va più lontano”.

    E proprio questo “insieme” che Presciutti ha voluto rimarcare, per sottolineare una volta di più l’importanza del volontariato: “Va insegnato ai nostri ragazzi cosa vuol dire fare volontariato; non soltanto in una società sportiva, ma in tutte le realtà del territorio”.

    Un Palio che è stato preceduto dalla “Corsa delle Coppie”: con Francesco Lotti e Zoe Daddi con “Patatine e Hamburger” (alla fine risultati vincitori), Gemma Mazzei e Alessandro Raspollini con “Scarpa e Scarpa”, Viola Antonini e Cosimo Consortini con “Pizza e Birra” e Abraim Zauani e Sara Piccini con “Latte e Biscotti”.

    Il palio: la corsa

    Venendo al Palio, dopo la “provaccia” del pomeriggio il fantino de La Sugana Alessandro Poggi, detto “Lupetto”, si è infortunato ed è stato sostituito da Massimiliano Catorcioni detto “Satana”.

    Cerbaia Nuova si è presentata ai nastri di partenza con Alessio Gremoli, detto “Toro” mentre Il Villaggio con Lorenzo Sterpi detto “Omo”. La Pesa con Zeno Daddi, detto “I’ Miccia”.

    Dopo la bandiera verde, i fantini scattano quasi appaiati; ma subito alla seconda curva Cerbaia Nuova è tallonata dal Villaggio, ma la Pesa sorprende tutti con un doppio sorpasso all’altezza del centrocampo passando in testa e provando ad allungare. Seguita da Cerbaia Nuova, La Sugana ed Il Villaggio.

    Le posizioni si alternano nel secondo giro, con due ciuchi scossi: fra cui La Pesa, che riesce però a rimanere in testa, seguita da Cerbaia Nuova, La Sugana ed Il Villaggio.

    Terzo giro che vede di nuovo risalire sul ciuco il fantino de La Pesa che, sempre in testa, riesce a tagliare il traguardo, seguito da Cerbaia Nuova. Dietro, gli altri due ciuchi scossi de Il Villaggio e La Sugana, a completare l’ordine di arrivo.

    Grande Festa per i contradaioli de La Pesa, che portano in trionfo il loro fantino Zeno Daddi con il drappo dipinto da Paola Imposimato, prima di guardare tutti il cielo per il bellissimo e caratteristico spettacolo pirotecnico.

    In rappresentanza del Comune di San Casciano anche la consigliera comunale e presidente della giuria Alessandra Gherardelli.

    “Abbiamo fatto dei numeri pazzeschi – conclude Presciutti dando appuntamento al 2025 – che non pensavo nemmeno possibili. E sono molto contento per il finale, che non poteva essere migliore, soprattutto per come si erano messe le previsioni meteo…”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...