spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Era volato l’1 dicembre. Ecco come Titti ha ritrovato la sua padroncina Irene

    SAN CASCIANO – Dopo l’appello lanciato questa mattina dal Gazzettino del Chianti da parte di una nostra attenta lettrice che si era presa cura di un simpatico pappagallino trovato nel giardino di casa, in viale Pascoli a San Casciano, è passato poco tempo.

     

    E in redazione è arrivata la telefonata dei proprietari: "Il pappagallo trovato è il mio!" ci ha detto una signora.

     

    Così dopo lo scambio dei dati, siamo andati anche noi a condividere la gioia del "ricongiungimento".

     

    Il pappagallo si chiama Titti ed è un esemplare che da quattro anni vive in un’abitazione di Castagnolo, poco lontano dunque dal luogo dove è stato ritrovato. Nel frattempo si era preso cura di lui Tommaso.

     

    "Mi si è posato sulla spalla – racconta Tommaso – e quando lo abbiamo messo nella gabbia, non finiva più di bere e  mangiare".

     

    A fargli la guardia, la micia Pimpa, che con la zampina ogni tanto cercava di arrivare a fargli… una “carezza”. 

     

    Poi finalmente ecco Irene, la proprietaria, che ben felice ha potuto riprendere tra le mani il suo Titti, che aveva preso il volo nel tardo pomeriggio di lunedì 1 dicembre.

     

    Con il rischio di vederlo finire sotto le fauci di qualche gatto “Silvestro”. O che rimanesse molto più probabilmente vittima del freddo pungente di questi giorni.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...