spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Torna puntuale la passeggiata sui colli mercatalini in ricordo di una persona “storica” in paese

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – Il paese, si sa, non dimentica le persone che lo hanno vissuto. Animato, movimentato, amato: è il caso di Antonio Calosi (in foto), personaggio storico della politica e dell'associazionismo di Mercatale.

     

    Che era arrivato "da fuori", dalla periferia di Firenze, ma fin da subito si era ambientato nel variopinto "panorama" mercatalino, impegnandosi in maniera assidua.

     

    Ogni anno in sua memoria viene organizzata una camminata: il 2013 non sarà da meno. La passeggiata in memoria di Antonio Calosi, inserita negli eventi del "Mercantiere d'estate", si terrà sabato 15 giugno con ritrovo dalle 15.30 in piazza Vittorio Veneto, a Mercatale.

     

    Il percorso partirà dalle Quattro Strade (ci si arriverà con il pulmino della Misericordia) e per via la Fornace verrà raggiunta la Pieve di S.Stefano a Campoli dove, grazie alla collaborazione dell'Associazione Amici dei Musei di San Casciano e Impruneta, verrà effettuata la visita guidata della chiesa. 

     

    A seguire si proseguirà per via Vallacchio fino all'agriturismo i Greppi di Silli dove, oltre a gustare il bellissimo panorama, verranno fatti assaggiare i prodotti tipici dell'azienda agricola. Il rientro è previsto per le 19 circa.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...