spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Abuso alcol e guida. Presidi e alcol test nel corso di feste organizzate sul territorio

    Progetto "Save The Night", promosso dal Comune, realizzato in collaborazione con la cooperativa Coop 21

    SAN CASCIANO – La meglio gioventù di San Casciano in campo contro le abbuffate alcoliche.

     

    Ci si avvicina incuriositi dal colore fosforescente dei braccialetti, dal mazzo di carte dell’info game e dall’utilizzo di un apparecchio tecnologico come l’etilometro, pronto a verificare il valore dell’etanolo contenuto nel sangue e l’eventuale superamento dei limiti previsti dalla legge.

     

    Sul tavolo dello stand “Save the Night” il materiale informativo offre dettagli e indicazioni pratiche per prevenire e contrastare situazioni di rischio e pericolo per la salute dei giovani.

     

    E anche se la musica che si propaga all’interno del tendone in festa al Parco del Poggione (sabato 2 marzo al Sancarnival Party) prevale sul dialogo, due chiacchiere, serie e puntuali, sull’importanza dell’i care nei confronti della vita si fanno volentieri.

     

    Ci si informa sui rischi legati alla guida in stato di ebbrezza, sulle malattie sessualmente trasmissibili, sul consumo di alcool e sostanze e stupefacenti.

     

    Divertimento e travestimenti non sono stati gli unici protagonisti del Sancarnival Party, il concorso organizzato dalle contrade sancascianesi che tradizionalmente precede di qualche settimana il Carnevale medievale sancascianese.

     

     

    E’ stata una serata di prevenzione e informazione quella organizzata dall’assessorato alle politiche giovanili del Comune di San Casciano che ha attirato l’attenzione di una quarantina di "maschere" under 30.

     

    Il presidio, aperto nell’ambito di "Save the Night", progetto promosso dal Comune in collaborazione con la cooperativa Coop 21, ha risposto alle richieste di tanti ragazzi che nel corso della festa, dalle 22.30 alle 2, si sono rivolti agli operatori per acquisire semplici informazioni o conoscere il proprio livello di etanolo presente nel sangue.

     

    “Abbiamo effettuato diverse misurazioni senza in realtà riscontrare alcuna particolare situazione di superamento dei limiti – dichiara l’operatore Ruben Caliandro – alcuni dei neopatentati che ho avuto modo di conoscere nel corso della serata avevano scelto di non guidare, essendo perfettamente a conoscenza dei rischi legati all’abuso di alcol”.

     

    I presidi “Save the Night”, allestiti e organizzati dal Comune nel corso di feste organizzate sul territorio, prevedono l’opportunità di effettuare l’alcol test.

     

    L'iniziativa mira a limitare i rischi per la salute degli adolescenti legati all'abuso di alcolici alla guida in stato di ebbrezza.

     

    “Dalle loro postazioni gli operatori effettuano azioni di prevenzione e riduzione dei rischi attraverso l'utilizzo dell'etilometro e supportano con la distribuzione di materiale informativo – dichiara l’assessore alle politiche giovanili Chiara Molducci – i ragazzi sono in grado di gestire situazioni difficili, forniscono acqua gratis e generi alimentari per abbassare l’eventuale tasso alcolemico degli avventori. E’ fondamentale in questa operazione la sinergia tra istituzioni e comunità, nell’ottica di una condivisione di regole, responsabilità e buone pratiche”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...