spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica 22 settembre pulizia del bosco in via dei Cofferi: presenti tanti bambini

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – L’appuntamento fissato per domenica 22 settembre a Mercatale per PuliAmo 2013, il primo di una serie, ha avuto un ottimo esito.

     

    Grazie al patrocinio del Comune, Quadrifoglio, volontari della Protezione Civile della Misericordia di Mercatale e alcune famiglie con i bambini informati dell’iniziativa grazie alla distribuzione di volantini nelle scuole, si sono ritrovati in piazza del Popolo.

     

    Poi, accompagnati dal sindaco Massimiliano Pescini, dall’assessore al decoro urbano Roberto Ciappi, dalla consigliera comunale Elisabetta Masti, insieme a mamme e bambini si sono diretti in via dei Cofferi per la pulizia straordinaria delle strade, spingendosi all’interno del bosco, un percorso guidato indicato soprattutto per i più piccoli.

     

    E sono stati proprio questi ultimi, con vero entusiasmo, a indossare guanti e  prendere i sacchetti. Mettendosi subito alla ricerca dei rifiuti lasciati senza rispetto in uno dei punti più belli del paese.

     

    Tante le cose trovate: bottiglie di vetro, barattoli di varie proporzioni, scarpe da ginnastica, una caffettiera, una giacca, plastica varia, una bomboletta di gas da campeggio, e anche una coppia di vecchi vasi da notte. Quasi dei reperti storici.

     

    I vari sacchi sono stati poi raccolti con l’Ape “rossa” del Gruppo Fratres Donatori di Sangue di Mercatale, messa gentilmente a disposizione. Alla fine della mattinata sono stati consegnati “sul campo” i diplomi a tutti quelli che hanno partecipato all’iniziativa: Francesco, Giulia, Lorenzo, Sara, Samuel, Daniela, Anna, Elisabetta, Giulia, Massimiliano, Roberto, Martina, Mauro, Andrea, Antonio.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...