spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 16 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ugolini & C. risponde alla Fiom Cgil: “Riduzione di orario momentanea e necessaria”

    L'azienda replica alle accuse: "Costretti dalla crisi a lavorare più sulla progettazione che sulla produzione"

    PONTEROTTO (SAN CASCIANO) – Una replica molto secca. Poche parole che sottolineano la difficoltà del momento e la voglia di non mollare.

     

    Sono quelle che arrivano dalla Ugolini & C., azienda del Ponterotto, duramente accusata dalla Fiom Cgil di "far pagare la crisi ai lavoratori, invitati a ridursi l'orario di lavoro e costretti a decidere fra un licenziamento vero e uno… mascherato".

     

    "La società – dicono dalla Ugolini & C. – in questo periodo di crisi si deve adattare alle esigenze del mercato ed è costretta ad indirizzare la propria attività verso il settore della progettazione, riducendo la produzione".

     

    "Ciò comporta – spiega Umberto Ugolini, legale rappresentante della società che si occupa della produzione di apparecchiature elettroniche ad alta tecnologia – come comprendo bene, un sacrificio per i miei dipendenti. Ai quali è stata richiesta una riduzione di orario, momentanea, per dare respiro all'azienda".

     

    Ugolini che, in conclusione, esprime anche "estrema riconoscenza nei confronti dei dipendenti, la maggior parte dei quali ha accettato tale riduzione. Hanno infatti compreso il critico momento in cui versa l'azienda".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...