spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La Pasqua è dolcissima con le super colombe (e non solo) di Rigacci ’48 a Cerbaia

    Domenica 7 aprile dalle 16 i fratelli pasticceri vi aspettano alla loro sede per una degustazione e vendita

    CERBAIA (SAN CASCIANO) – Dolcissima Pasqua da Rigacci '48, che quest'anno ha in serbo per voi tantissimi gusti di colombe e altre prelibatezze in vista delle prossime feste.

     

    Con un'azienda familiare che vanta più di settanta anni di attività (nel 1948 nonno Renzo la inaugurò con la prima infornata), i fratelli Roberto e Francesco Rigacci sono portatori di un'antica tradizione pasticcera.

     

    Esperti nell'abbinare ingredienti diversi nella creazione di vere e proprie prelibatezze per soddisfare ogni tipo di palato, i fratelli Rigacci inseriscono nelle loro ricette segrete solo ingredienti genuini e di prima qualità.

     

    Prodotti esclusivi, preparati con lievito madre di produzione dell'azienda, farine scelte e utilizzando burro di altissima qualità in combinazione con uova fresche e frutta candita.

     

     

    Una dedizione al lavoro premiata anche di recente a Rigacci '48, che alcuni giorni fa ha ricevuto a Bari il riconoscimento di produttore delle migliori colombe pasquali in Italia.

     

    Domenica 7 aprile dalle 16 i fratelli pasticceri vi aspettano alla loro sede nella zona artigianale di Cerbaia, in via Pablo Picasso 14, per una degustazione e vendita di tutte le loro novità.

     

    Alla degustazione troverete colombe di ricetta storica, al gusto di albicocca, noce, classica, Madagascar (fichi e noci), la prelibata RI '48 con fichi e cioccolato fondente, colombe pera e cioccolato, cioccolato puro fondente, cioccolato e arancio.

     

    Per i palati più giovani i fratelli Rigacci hanno preparato: colombe a clementino e cioccolato bianco, caffè e cioccolato bianco o integrale ai frutti di bosco.

     

    Mentre la scelta di colombe “bagnate” sarà tra le golosissime: cioccolato e rhum, arancio e cointreau, limoncello o passito.

     

    Saranno presenti anche le colombe salate: focaccia del Chianti con pomodori, pinoli e Parmigiano Reggiano in alternativa alla focaccia ai quattro formaggi (gorgonzola, leerdammer, Parmigiano Reggiano e pecorino di Pienza).

     

    “Potrete abbinare le salate – dicono i fratelli Rigacci – ad esempio a un antipasto con crudo di Parma o a un pecorino semistagionato con mostarde. Il tutto da accompagnare magari a un bicchiere di Franciacorta”.

     

    Tra le gustose proposte dell'anteprima potrete trovare anche la colomba “invincibile”, riguardo alla quale i pasticceri non danno anticipazione. “Sarà una colomba – sottolineano – appunto invincibile, come mai ne avete assaggiate”.

     

     

    Inoltre, la pasticceria Rigacci '48 offre un servizio di fornitura dolce e salata per bar, rinfreschi per tutte le cerimonie, con la proposta di salatini di sfoglia, tartine e sandwiches ripieni, pizzette e dolci classici, come una mimosa millefoglie o una torta di frutta e cioccolato.

     

    I fratelli Rigacci vi aspettano numerosi all'inaugurazione. Per prenotarsi: 055826126 o 3396700390 (whatsapp Roberto).

     

    Per ulteriori informazioni visitare il sito Internet www.panettonirigacci.it o la pagina Facebook Rigacci '48 panettoni pasticceria.

     

    CONTENUTO SPONSORIZZATO

    di Cosimo Ballini

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...