spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 9 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Addio a Stefano Magazzini: il grazie (di cuore) di Elisabetta e Niccolò

    Moglie e figlio: "In un momento di dolore profondo ci siamo sentiti accompagnati dall'affetto di tanti"

    SAN CASCIANO – Quello che Elisabetta e Niccolò esprimono il giorno dopo il funerale, commovente e straordinariamente partecipato, di Stefano Magazzini (marito di Elisabetta e babbo di Niccolò) è un grazie che arriva dal profondo del cuore.

    Un grazie di fronte alle centinaia di persone che sono arrivate alla Pieve di Santa Cecilia a Decimo per dare l’ultimo saluto al “Maga”.

    Un grazie per aver concesso di salutarlo come lui avrebbe voluto, facendolo uscire dalla chiesa a tempo di rock’n roll.

    In un momento talmente autentico che rimarrà impresso nella memoria di tantissimi. Per tanto tempo.

    “Dimenticheremo sicuramente qualcuno e di questo ci scusiamo – dicono Elisabetta e Niccolò – ma ci sentiamo di dire grazie a tutti i nostri familiari”.

    E anche “ai tantissimi amici, alla gente di San Casciano, di Montespertoli, a tutti coloro che sono venuti”.

    “Grazie a don Massimiliano Gori e a don Marco Fagotti – proseguono – ai commercianti di San Casciano che in segno di lutto hanno cancellato la serata del giovedì sera”.

    “A chi ha avuto un pensiero per noi – riprendono – a chi ci ha scritto un messaggio, a chi l’ha affidato a Facebook, a chi ci ha telefonato”.

    “Grazie – concludono – grazie a tutti. In un momento di dolore profondo ci siamo sentiti accompagnati dall’affetto di tanti”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua