spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un momento, nel suo piccolo, “storico”: da anni si aspettava che la situazione si risolvesse

    SAN CASCIANO – Il Gazzettino del Chianti ha seguito il suo percorso, come si dice in questi casi, minuto per minuto: e ci sembra giusto e doveroso, dopo tante critiche e segnalazioni, dare anche la bella notizia della conclusione della vicenda.

     

    Era dal dicembre 2010 che la che in direzione Firenze della S.R. 2 stava scivolando piano piano nella vigna sottostante e salvo, l’adeguata segnalazione di pericolo, nessuno aveva (fino a poche settimane fa) iniziato i lavori di recupero.

     

    Sì', adesso si può davvero dire: la storica frana lungo la via Cassia per Firenze, per la quale nei mesi scorsi c'era addirittura chi aveva messo un cartello per indicarne il "compleanno" (clicca qui per leggere l'articolo), al centro delle polemiche e del dibattito anche in consiglio comunale, adesso è risolta.

     

    Chi si dirige da San Casciano verso Firenze (e l'ingresso della Firenze-Siena) lungo la via Cassia, non dovrà più fare attenzione al movimento franoso lungo il margine destro della carreggiata: i lavori devono ancora completarsi ma, come si vede dalla foto, si può già viaggiare regolarmente.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...