spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il 23 settembre lo scontro con il suo scooter: l’1 novembre la prima Messa officiata al rientro

    MERCATALE (SAN CASCIANO) – E’ tornato a Mercatale don Mario Tomasello, dopo che nella tarda mattina di lunedì 23 settembreaveva avuto un brutto incidente in località Calcinaia mentre, in sella al suo scooter, si recava a San Casciano (clicca qui per leggere l'articolo). Incidente che gli è costato un delicato intervento alla rotula del ginocchio.

     

    Dopo l’operazione e un primo periodo di riabilitazione, don Mario affiancato da padre Lazzaro (che in questi mesi ha svolto egregiamente le funzioni religiose accudendo alle anime dei fedeli di Mercatale e Campoli, e sostenendo anche don Mario nella sua convalescenza), è finalmente tornato a casa.

     

    Venerdì 1 novembre, in occasione di Tutti i Santi, don Mario seppure con le stampelle ha officiato insieme a padre Lazzaro la Santa Messa al cimitero di via dei Cofferi a Mercatale. Alla fine della cerimonia sono stati in tanti ad avvicinarsi a lui per salutarlo e riabbracciarlo dopo l’assenza.

     

    Testimonianze di affetto verso questo sacerdote che sicuramente serviranno a dargli uno stimolo in più per una totale ripresa. Anche Il Gazzettino del Chianti formula a don Mario i migliori auguri di una veloce guarigione.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...