spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 11 marzo una parte della spesa in 14 macellerie del nostro territorio a Fondazione ANT

    Torna l'iniziativa annuale di Associazione Macellai-Cesec di Firenze e provincia e Agiva Federcarni del Valdarno, insieme all'Associazione Nazionale Tumori

    CHIANTI FIORENTINO – Sabato 11  marzo si svolgerà in quasi 50 macellerie di Firenze e provincia la tradizionale giornata di solidarietà a favore di Fondazione ANT.

    “Partecipa insieme al tuo macellaio e compirai un grande gesto di solidarietà, il tuo macellaio è garanzia di qualità. Ti puoi fidare”: è l’invito alla sedicesima edizione della Giornata dei Macellai ANT 2023.

    La manifestazione intende coniugare alcune delle eccellenze del territorio fiorentino: da un lato due associazioni di categoria – Associazione Macellai-Cesec di Firenze e provincia e Agiva Federcarni del Valdarno – dall’altro Fondazione ANT, che porta assistenza specialistica gratuita a casa dei malati di tumore e offre progetti di prevenzione oncologica sempre gratuiti.

    Come per le passate edizioni, anche quest’anno tutti coloro che si recheranno in uno degli esercizi aderenti alla manifestazione – riconoscibili dal manifesto dell’evento e consultabili sul sito ant.it/toscana – potranno donare una parte del ricavato della giornata a Fondazione ANT.

    Un sincero ringraziamento è stato espresso da Simone Martini, delegato fiorentino di ANT, alle associazioni dei macellai di Firenze e provincia e a tutti i macellai partecipanti.

    “Siamo fieri – dice Martini – che le due principali e storiche associazioni di categoria fiorentine del settore carne abbiano rinnovato il loro impegno in nostro favore”.

    “Quella dei macellai è una nobile professione – rimarca – che a Firenze gode di una antica tradizione e le cui origini sono strettamente collegate a quelle della città”.

    “Voglio ringraziare personalmente – conclude – le 50 botteghe che anche in tempo di crisi non hanno voluto mancare a questa straordinaria iniziativa benefica e continuano nel tempo a sostenere i progetti di Fondazione ANT sul territorio fiorentino”. 

    “Sono ormai diversi anni che i macellai fiorentini – sono parole di Vasco Tacconi, macellaio grassinese, Gran Maestro dell’arte dei Beccai fiorentini e storica figura dell’associazione macellai – sostengono con grande impegno Fondazione ANT”.

    “Siamo molto orgogliosi – conclude – di aver contribuito a sostenere il lavoro che ANT svolge quotidianamente a favore dei tanti sofferenti affetti da tumore”.

    Info: 0555000210. Queste le macellerie aderenti nel nostro territorio.

    San Casciano

    📌 Frittelli Fabio, via Empolese 1/r (località Bardella)

    📌 Pecci Gino, Borgo Sarchiani 6

    📌 Secci Dario, via IV Novembre 122

    📌 Nesi Adriano, via Machiavelli 10

    Impruneta

    📌 Tassini Andrea, via Mazzini 13

    📌 Nannicini Simone, via Paolieri 23

    📌 Tognaccini Fabio, via della Repubblica 17 (Tavarnuzze)

    Barberino Tavarnelle

    📌 Parti Emiliano, via Senese 33/35 (San Donato in Poggio)

    📌 Francini Massimo, via Gramsci 10 (Sambuca)

    Emiliano Parti, macellaio a San Donato in Poggio

    Greve in Chianti

    📌 Casa Ceccatelli, piazza Matteotti 45

    📌 Fabiani Giovambattista, via Roma 21

    📌 Mario Ceccatelli, via Battisti 17

    📌 Checcucci Filippo, via Da Verrazzano 17/19 (Panzano in Chianti)

    Bagno a Ripoli

    📌 Fratelli Tacconi, via Ponte del Lepri 1 (Grassina)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...