spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 29 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano celebra il centesimo anniversario della traslazione del Milite ignoto

    L'iniziativa si terrà oggi, domenica 7 novembre alle ore 11, in piazza della Repubblica a San Casciano

    SAN CASCIANO – Il Comune di San Casciano ha organizzato una giornata commemorativa per celebrare il 103mo anniversario della fine della prima guerra mondiale 1915-1918 e i 100 anni della traslazione del Milite ignoto da Aquileia a Roma, nel sacello posto presso l’altare della patria, simbolo delle vittime di tutti i conflitti armati.

    L’iniziativa, nell’ambito della Festa dell’Unità nazionale e della Giornata delle Forze armate, si terrà domani domenica 7 novembre alle ore 11 in piazza della Repubblica a San Casciano.

    # Milite Ignoto: le cartoline conservate da un sancascianese nel Museo dell’Altare della Patria

    Il programma prenderà il via con la celebrazione della Santa Messa in memoria dei Caduti, alla presenza delle autorità politiche, civili e militari e delle associazioni combattentistiche.

    Alle ore 12 la cerimonia culminerà con il momento solenne della deposizione della corona al monumento ai Caduti.

    Un’occasione speciale per rievocare il viaggio della salma del soldato sconosciuto e riflettere sul sacrificio dei caduti di tutte le guerre e di tanti giovani di ogni parte d’Italia che affrontarono e subirono il dramma della guerra, della violenza e della morte.

    Con il sangue versato delle vittime, si compì una missione universale. Il milite ignoto, in rappresentanza dei 650mila caduti, intenti a difendere i propri ideali, unì gli italiani nel segno della pace e della libertà, valori conquistati con la vita e oggi sanciti dalla Costituzione della Repubblica Italiana.

    “La ricerca costante della fraternità e della convivenza pacifica è un impegno che non riguarda solo il passato – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – oggi più che mai dobbiamo agire da protagonisti nel mettere in atto  la volontà, ferma e condivisa,  di costruire relazioni e ponti di solidarietà,  in ogni aspetto della nostra vita dobbiamo far prevalere la cultura dell’unità e dell’inclusione,  paradigmi di una vita migliore, capace di abbattere il muro del conflitto e della discriminazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...