spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 15 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, giù un lampione in piazza Zannoni: potrebbe essere stato abbattuto da un camion di passaggio

    Perimetrato dalla polizia locale, domani mattina dovrebbe essere ripristinato. Si è fermato andando ad appoggiarsi sulla ringhiera di un giardino sovrastante il marciapiede

    SAN CASCIANO – Polizia locale di San Casciano in azione nel tardo pomeriggio di oggi, mercoledì 8 marzo, in piazza Zannoni (“la Stazione”) a San Casciano.

    Dove, sull’angolo che “guarda” verso viale Pascoli, all’altezza dell’ingresso sul viale-via Cassia, un lampione si è inclinato fino ad andare ad adagiarsi sulla ringhiera di un giardino che sovrasta il marciapiede.

    Le agenti della polizia locale si sono quindi occupate di delimitarne il perimetro con la fettuccia bianca e rossa.

    In attesa dell’intervento di ripristino, che presumibilmente verrà effettuato nella mattinata di domani.

    Dai primi riscontri sembra che a causare l’inclinamento del lampione possa essere stato un camion di passaggio.

    Saranno proprio gli agenti della polizia locale a cercare di capire la dinamica. Magari aiutati dalle registrazioni delle telecamere che si trovano proprio sulla sua sommità.

    A dare un’ulteriore spinta a questa ipotesi, le tracce lasciate sul lampione. Presumibilmente da chi si è reso responsabile dell’accaduto.

    L’alimentazione è rimasta ancora in funzione, visto che le lampade sono restate accese.

    Fortunatamente non risultano feriti, né danni a terzi.

    Anche la ringhiera sulla quale si è adagiato il lampione, infatti, pare non abbia subito danni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...