spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, il Pd sulla ricandidatura di Roberto Ciappi: “Un sindaco con la gente e per la gente”

    "E' una delle figure migliori che, formatosi nel partito fin da giovane, ha deciso da tempo di mettersi a servizio della società e del bene comune"

    SAN CASCIANO – Ieri, lunedì 26 febbraio, l’ufficializzazione (da parte del diretto interessato) della ricandidatura a sindaco di Roberto Ciappi alle elezioni amministrative del prossimo giugno.

    A stretto giro ecco che il Partito democratico di San Casciano, principale sostegno della candidatura (probabilmente insieme a Sinistra per Sancasciano e Il Cuore Civico di San Casciano), che motiva il suo sì senza riserve.

    “Il Partito democratico di San Casciano – si legge in una nota – ha votato all’unanimità la ricandidatura di Roberto Ciappi a futuro sindaco del comune. Siamo molto soddisfatti e felici della sua disponibilità alla ricandidatura”.

    “Un sindaco che si è dimostrato competente, autorevole – rimarcano – con la gente e per la gente sia nelle tantissime situazioni difficili, come gli anni del Covid, che nei momenti di socialità e condivisione”.

    “Roberto Ciappi – sostengono convinti dal Pd sancascianese – è una delle figure migliori che, formatosi nel partito fin da giovane, ha deciso da tempo di mettersi a servizio della società e del bene comune”.

    “Il Partito democratico – tengono a sottolineare – lo ringrazia doppiamente, per i cinque anni trascorsi a guida dell’amministrazione e per prossimi che vorrà dedicare al futuro di San Casciano. Roberto conosce molto bene il territorio da sempre, ha a cuore il suo sviluppo economico, sociale e ambientale per il benessere e il “buon vivere” di tutte le persone che lo abitano”.

    “E’ una persona che ha una grande cultura del lavoro – rimarcano – oltre al fatto di conoscere a pieno ed amare profondamente San Casciano e la sua comunità”.

    “Come sindaco – ricordano – ha messo in campo importanti progetti e ottenuto finanziamenti considerevoli con il PNRR, ha sviluppato politiche a favore della comunità, di cooperazione e di legalità, con una visione che va oltre all’oggi, con la consapevolezza che molti progetti ed opere necessitano di tempi lunghi ma saranno in grado di far crescere in modo determinante il nostro comune”.

    “Negli ultimi mesi il partito – spiegano ancora dal Pd – assieme alle forze che compongono la maggioranza e con le quali in questi anni di consiliatura i gruppi hanno lavorato con grande spirito di collaborazione, ha avviato un percorso di ascolto confronto (ancora in corso), con le tantissime associazioni che operano nel nostro territorio”.

    “Tutto il mondo del volontariato – elencano – le associazioni benefiche, sportive, culturali,  i sindacati, le associazioni di categoria e le varie forze che si impegnano nella nostra società a cui va un ringraziamento per l’apporto e la disponibilità dimostrata”.

    “Il Partito democratico – annunciano in conclusione – si mette a disposizione di Roberto e a servizio della comunità tutta e, insieme alle forze della coalizione, inizierà presto a lavorare in maniera condivisa con tutti i cittadini o associazioni che vorranno dare il loro contributo, stimolando la partecipazione, sul programma elettorale del prossimo mandato, per disegnare insieme il cammino futuro di San Casciano”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...