spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano, la Gioielleria Rutili nel centro storico di San Casciano: andiamo a scoprirla

    Insieme al titolare Simone Rengressi, che ci racconta questa attività, già solidissima a Empoli, che ha deciso di aprire nel capoluogo sancascianese. Con grandi marchi, come ad esempio Pandora...

    SAN CASCIANO – La Gioielleria Rutili ha aperto un punto vendita esclusivo ed elegante nel centro storico di San Casciano.

    In via Machiavelli, dove un tempo c’era l’edicola di “Marino”, la storica gioielleria empolese ha deciso di portare tutta la propria esperienza a servizio dei sancascianesi.

    “Abbiamo scelto San Casciano perché rappresenta la porta del Chianti – ci racconta Simone Rengressi, titolare della Gioielleria Rutili – Con un centro storico così bello e frequentato, accoglie perfettamente il nostro stile di negozio.”

    Un ambiente accogliente e luminoso invita il cliente a selezionare con chiarezza i numerosi articoli delle più importanti marche di orologeria e gioielleria.

    La disponibilità dei titolari e delle dipendenti accompagna l’acquirente nella scelta e nella personalizzazione dei gioielli.

    Infatti, grazie al laboratorio che completa l’offerta dell’attività, è possibile richiedere modifiche, riparazioni, nuove creazioni e incisioni.

    “Sabato 26 novembre abbiamo inaugurato il negozio e già da quel momento molti clienti sono venuti a trovarci – continua Simone Rengressi – Chi per l’acquisto, chi per riparazioni e chi per la curiosità relativa all’apertura di una nuova attività e della presenza del punto vendita Pandora”.

    Questo rappresenta uno dei punti di forza della gioielleria. Unica attività di settore nel nostro territorio ad essere rivenditore ufficiale di alcuni grandi marchi, e tra questi spicca, appunto, Pandora.

    Un angolo del negozio dedicato a gioielli e accessori a firma danese per offrire al cliente innovazione e qualità.

    “Circa un anno fa – racconta Ringressi – è partito il dialogo con i vertici dell’azienda Pandora, che hanno compreso l’importanza di aprire un punto vendita nel centro storico di San Casciano. Così abbiamo avuto la possibilità di affiancare questo grande marchio ad altri di cui già siamo rivenditori nel nostro negozio storico”.

    Inoltre ci fanno sapere che sono già previste, in occasione delle festività natalizie, promozioni su molti articoli tra cui anche quelli a firma Pandora.

    “Il nostro obiettivo – continua poi Rengressi – è quello di portare nel capoluogo sancascianese la qualità che col tempo siamo riusciti a creare a Empoli. E possiamo dire che già dal prossimo anno offriremo ai clienti un altro grande marchio: Giovanni Raspini“.

    “Nel 2014 questa attività ha spento le prime cento candeline – tiene a sottolineare – e noi, che l’abbiamo rilevata nel 1996, ci impegniamo ogni giorno per portare avanti la tradizione e affiancarla con le novità che rinnovano il mondo dell’orologeria e della gioielleria”.

    Infatti, nelle vetrine del negozio, possiamo trovare marchi storici, sinonimi di grande qualità, come ad esempio Hamilton, Longines, Tissot, Coscia e firme più recenti come Pandora e gli accessori firmati Chiara Ferragni.

    Il negozio è aperto dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Nel mese di dicembre sarà aperto anche il mercoledì pomeriggio.

    Simone Rengressi con il sindaco di San Casciano, Roberto Ciappi, che è arrivato per l’inaugurazione il 26 novembre
    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...