spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano: un vademecum digitale per prevenire e contrastare il rischio di incendio boschivo

    L'iniziativa nasce da un'idea del Comune, che ha messo a punto una campagna di informazione costituita da infografiche diffuse mediante i canali social istituzionali

    SAN CASCIANO – Semplice, intuitiva e corredata di immagini.

    Una campagna digitale costituita da infografiche come strumento di comunicazione e informazione, utile a rafforzare l’attività di prevenzione e sensibilizzazione contro il rischio di incendi boschivi.

    È la nuova proposta elaborata dal Comune di San Casciano, che lancia l’iniziativa sui canali social istituzionali con l’obiettivo di illustrare le norme comportamentali essenziali da tenere in forma preventiva e in situazione di emergenza.

    “Considerati il contesto territoriale e la siccità che perdura – sono le parole del sindaco Roberto Ciappi – abbiamo deciso di richiamare l’attenzione dei cittadini con una piccola campagna di comunicazione che mostra in sintesi ciò che non si può fare, i comportamenti da evitare e le norme e le misure da rispettare e mettere in atto in situazioni di rischio incendi”.

    Tra le pratiche e gli accorgimenti da adottare per evitare un incendio boschivo l’infografica indica la necessità di non gettare mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi poiché possono incendiare l’erba secca delle scarpate lungo le strade.

    Altro punto: è proibito e pericoloso accendere il fuoco nel bosco. È necessario usare solo le aree attrezzate, non abbandonare mai il fuoco e prima di andare via bisogna accertarsi che sia completamente spento.

    Inoltre, ad eccezione dei periodi con divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali, agricoli e  forestali, non si deve bruciare senza le dovute misure di sicurezza le stoppie la paglia ed altri residui agricoli. Possono comportare un rischio anche i rifiuti abbandonati nei boschi e nelle discariche abusive in quanto pericolosi combustibili.

    Per quanto riguarda i comportamenti da assumere in presenza di un incendio boschivo in corso, si consiglia di telefonare tempestivamente al numero verde emergenze 800425425 in caso di avvistamento delle fiamme o anche solo di nuvole di fumo.

    In questo modo, oltre a dare l’allarme, si potranno fornire le indicazioni necessarie a localizzare l’incendio.

    Occorre cercare una via di fuga sicura, una strada, un corso d’acqua mentre non è prudente sostare in luoghi verso i quali soffia il vento.

    In uno spazio dove è assente  la vegetazione incendiabile ci si può stendere a terra poiché il fumo tende a salire, in questo modo si evita di respirarlo.

    L’infografica inoltre raccomanda di non sostare lungo le strade attratti dalla curiosità di assistere ad un incendio in corso, poiché si rischia di intralciare i soccorsi e le attività necessarie alla gestione dell’emergenza.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...