spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Casciano: una settimana di eventi per commemorare la Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo

    Il Comune organizza un nutrito programma di eventi culturali che coinvolge gli studenti e le associazioni del territorio

    SAN CASCIANO – Il Comune di San Casciano si prepara a celebrare uno dei giorni più significativi nella storia d’Italia.

    È la Festa nazionale del 25 aprile che commemora la fine dell’occupazione nazista e la caduta del fascismo, simbolo della Resistenza e della lotta partigiana condotta dall’8 settembre 1943.

    Si preannuncia particolarmente ricco di iniziative il programma che celebrerà il settantottesimo anniversario della Liberazione dal 18 al 25 aprile.

    Un carnet trasversale che si propone di raccontare e condividere i valori della libertà e della democrazia con un ampio percorso culturale che intreccia incontri letterari, spettacoli, proiezioni di video e film, concerti, narrazioni teatrali e occasioni di riflessione per le scuole.

    I primi eventi sono dedicati agli studenti del Comprensivo “Il Principe” con lo spettacolo teatrale “Babbino, babbino ‘un ci lasciare” di Gabriele Sani, in programma martedì 18 e mercoledì 19 alle ore 10 al Teatro Niccolini.

    Giovedì 20 sarà la biblioteca comunale ad ospitare una conferenza alle ore 17.30 dal titolo “Capire le nostre radici con Beppe Fenoglio, Italo Calvino e altre scritture partigiane”.

    All’incontro interverranno il sindaco Roberto Ciappi, il presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Pistoia Giovanni Contini e il presidente dell’Associazione Sgabuzzini storici Francesco Fusi.

    La serata proseguirà alle ore 21 sul palcoscenico del Teatro Niccolini dove si esibiranno gli attori Rossana Gay e Samuel Osman che hanno firmato la scrittura, l’interpretazione e la regia dello spettacolo teatrale “In quel mondo di dopo. War can’t be put into a book”, liberamente ispirato a “Racconti di una guerra civile” di Beppe Fenoglio su ideazione di Stefano De Martin.

    Sabato 22 aprile ancora un testo teatrale di cui il Comune ha organizzato la presentazione del volume al Teatro Niccolini alle ore 17.30.

    Si tratta del capolavoro “Via Roma 34. Il gioco interrotto. Storia di una famiglia: i Modigliani 1943-1944” di Tiziana Giuliani, vincitrice del Premio nazionale “Giacomo Matteotti”, indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

    Ne parleranno il sindaco Roberto Ciappi, il consigliere regionale Massimiliano Pescini, il presidente dell’Associazione Sgabuzzini storici Francesco Fusi, la storica Sara Gremoli e la ricercatrice dell’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’età contemporanea Marta Baiardi.

    Il 24 aprile sarà il circolo Arci di San Casciano alle ore 21 a proporre la proiezione del film “Marcia su Roma” di Mark Cousins.

    Le celebrazioni per il settantottesimo anniversario della Liberazione, in programma martedì 25 aprile, prevedono il ritrovo e la deposizione della corona presso la lapide del palazzo comunale alle ore 10 da cui prenderà avvio il corteo per le vie cittadine accompagnato dal Corpo musicale “Oreste Carlini” che si esibirà anche alle ore 17 presso il circolo Arci.

    Successivamente, nel corso della mattina, la corona sarà deposta al Monumento ai caduti e alle pietre di inciampo in via Roma.

    Interverranno il sindaco Roberto Ciappi e il direttore dell’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’età contemporanea Matteo Mazzoni, con la partecipazione degli studenti della 2B della scuola secondaria di primo grado “Ippolito Nievo” che eseguiranno alcune letture coordinate dall’attrice Tiziana Giuliani e dall’insegnante Ketty D’Alfonso.

    Dalle ore 12 partirà il tour delle delegazioni dei rappresentanti delle istituzioni per deporre le corone presso il parco Dante Tacci, il Cimitero americano, Il Tondo delle Corti, Fabbrica, Cerbaia, Valigondoli, il monumento di Montefiridolfi, Mercatale.

    Il xircolo Arci di Mercatale ha organizzato inoltre dalle ore 9.30 una Camminata della memoria, il pranzo del Partigiano (ore 13) con la successiva proiezione del video sulla storia della famiglia Castelnuovo (ore 16).

    Il Comune di San Casciano promuove il viaggio della memoria, in programma dal 4 all’8 maggio, negli ex campi di sterminio nazisti e vi prenderà parte insieme agli studenti e agli insegnanti del Comprensivo “Il Principe” e all’Associazione Nazionale Ex Deportati Sezione Firenze.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...