spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dal 13 al 15 settembre le cinque contrade per un grandissimo evento al Parco del Poggione

    SAN CASCIANO – Tre giorni di festa, tre giorni nei quali le cinque contrade sancascianesi (Cavallo, Leone, Giglio, Torre, Gallo) lavoreranno fianco a fianco per un evento che farà divertire e ci renderà più piacevole… la fine dell'estate.

     

    Si chiama "Sanca che ti passa" e si svolgerà al Parco del Poggione, zona deputata alle feste sancascianesi. Le contrade, ormai vere e proprie esperte di festeggiamenti con le serate allestite in questi anni, stavolta lavoreranno insieme nel puro spirito del Carnevale Medievale Sancascianese.

     

    "Con questa manifestazione – spiegano – interamente organizzata e gestita da noi, vogliamo far conoscere alla gente la passione che anima la vita delle contrade e lo spirito che ci porterà a dar battaglia al Carnevale Medievale di San Casciano".

     

    "Vi aspettiamo tutti i giorni – rilanciano – dalle 18 con l'aperitivo, dalle 20 per la cena. E non perdete assolutamente il dopo cena se volete ballare e festeggiare con noi".

     

    Nel dettaglio, il 13 settembre dalle 22 si festeggia con i dj sancascianesi in una serata dedicata agli anni Settanta e Ottanta; il 14 settembre dalle 22 tutti scatenatissimi con lo spettacolo di Regina Miami; infine, il 15 settembre, sempre dalle 22 sfida e divertimento con il “Dr Why”.

     

    Info e contatti.

    – maxy16tek@gmail.com

    – sereplease@yahoo.com

    – c.papini@katamail.com

    – danibencio84@gmail.com

    – contradadelgallo@gmail.com

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...