spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 29 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Sliding doors”: Elisabetta Rogai, da San Casciano a La Loggia del piazzale Michelangelo

    Davanti a uno dei panorami più fotografati e invidiati al mondo, mostrerà una quarantina di dipinti che abbracciano un decennio di arte e riassumono le tecniche utilizzate dall'artista

    SAN CASCIANO – Appena otto mesi dopo la grande mostra personale nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, in occasione del G20 dell’agricoltura, la sancascianese Elisabetta Rogai torna protagonista di una mostra a Firenze.

    “Partendo dal presupposto che abbiamo tutti desiderio di cose belle e essere ottimisti – dice l’artista – ho pensato a delle porte scorrevoli, al di là delle quali possiamo trovare cose diverse e positive dopo due anni di pandemia”.

    “Poi la guerra – dice ancora – e adesso perfino queste scosse di terremoto che hanno seminato il panico. Ecco, con la mia arte vorrei trasmettere questo bisogno di tornare a guardare alla vita con fiducia”.

    A La Loggia di piazzale Michelangelo, vera a propria terrazza privilegiata su uno dei panorami più fotografati e invidiati al mondo, Elisabetta Rogai mostrerà una quarantina di dipinti che abbracciano un decennio di arte e riassumono le tecniche utilizzate dall’artista.

    Dalla pittura su tela denim (quella dei jeans) a quella tradizionale a olio, fino ai quadri realizzati con la Enoarte, ovvero la pittura col vino, oppure con il vino e colori a olio.

    Per “Sliding doors” Rogai proporrà diverse collezioni: i fiori dipinti su tela denim; le immagini femminili con donne eleganti, sofisticate, sportive, mai banali.

    Cui si aggiungono quelle più recenti, dipinte su tavola e recanti dietro un codice a barre come se tutto fosse codificato secondo regole di mercato.

    E poi gli splendidi cavalli che da anni caratterizzano il lavoro della pittrice.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...