spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La storia di un micio che ha trovato in Giulia, Marcella e Catiuscia tre… angeli

    SAN CASCIANO – Hanno sentito miagolare nel parcheggio del piazzale Aldo Moro, alla "Stazione". Si sono guardate intorno e hanno capito subito cosa era successo.

     

    Marcella e Giulia, mamma e figlia, hanno subito notato un gattino lasciato in balia di sé stesso, con tanto di cuccetta.

     

    Probabilmente qualcuno è arrivato con l'auto, l'ha mollato senza farsi vedere sul muretto vicino ai cartelli pubblicitari dove generalmente viene lasciato il cibo per i gatti randagi. Ed è sgommato via.

     

    Giulia e Marcella non si sono voltate dall'altra parte, e si sono subito adoperate per trovare un nuovo padrone.

     

    E quando diciamo subito… vuol dire pochi minuti. Si sono fermate al vicino Forno Macucci per chiedere se qualcuno era interessato.

     

    Ed ecco arrivare nella storia, che sa tanto di Natale, anche Catiuscia. Che appena ha sentito la parola gattino… si è fatta avanti. La figlia è disperata perché da circa un mese ha perso il suo… ecco trovato un bel regalo di Natale.

     

    A Marcella, a Giulia e a Catiuscia i complimenti da parte del Gazzettino del Chianti. Al micio (o micia) gli auguri per una vita serena con la nuova padrona: in pochissimo tempo ha sperimentato quanto di peggio e quanto di meglio può fare l'essere umano.

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...