spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Storia, servizi, volontari, cultura: la Misericordia di San Casciano ha un sito web tutto nuovo

    Un mondo di servizi per la cittadinanza, fra cui anche le prestazioni infermieristicge a domicilio: andiamo a scoprirlo

    SAN CASCIANO – Un sito web tutto nuovo, quello della Misericordia di San Casciano, dove poter leggere anche la sua storia, “molto antica e importante” precisa il Governatore, il professor Marco Poli.

    “Nell’anno 1631 infatti – ricorda Poli – sorse in San Casciano una congregazione religiosa che aveva come scopo principale l’assistenza agli infermi e la sepoltura dei morti; e che prese il nome di San Francesco Saverio”.

    Dopo la soppressione, nell’anno 1792 – come si legge nel libro finito di stampare nel 2015 – si fuse con la locale Compagnia dei Battilani che già operava sul territorio con gli stessi scopi caritativi fin dall’anno 1610.

    “I Confratelli delle due congreghe – dice ancora Poli – decisero di chiamare la nuova Compagnia Misericordia. Si ispirò alla Misericordia madre di Firenze, alla quale si affiliò nell’anno 1825”.

    Da secoli, dunque, lo scopo principale della Misericordia è quello di assistere chi ha bisogno e in questo senso i servizi sono rivolti ai cittadini.

    L’Arciconfraternita, con i suoi volontari, la sua Protezione civile, si occupa di chi ha bisogno. In questo è davvero encomiabile il lavoro svolto dagli oltre duecentocinquanta volontari.

    “A loro – continua il Governatore – va il mio grazie più grande perché, in una situazione di emergenza perdurante e non semplice da gestire, loro sono al lavoro con lo stesso spirito di abnegazione di sempre, e in questa stagione, malgrado il caldo e quelle tute protettive… sebbene utili, necessarie, garantiscono i servizi alla comunità h24”.

    Anche i cento volontari della Protezione Civile della Misericordia (presidente Bruno Raho e vicepresidente Doriano Sandroni) sono sempre pronti a partire per ogni emergenza.

    Della Misericordia fanno parte anche gli ambulatori specialistici, sotto la direzione sanitaria del dottor Paolo Mancini, al servizio dei cittadini a prezzi concorrenziali e, grazie al nuovo sistema informatizzato, le visite ora sono prenotabili anche on line con un semplice click.

    Ma c’è di più. Tutti coloro che per motivi di salute hanno bisogno di cure e tecniche di assistenza infermieristica presso il proprio domicilio, possono ricevere numerose prestazioni.

    Forse questo servizio è ancora poco conosciuto e merita di essere portato all’attenzione.

    Presso il proprio domicilio, infatti, gli utenti possono ricevere le seguenti prestazioni: Elettrocardiogrammi, Holter pressorio, Holter cardiaco, Medicazioni,
    Terapia endovenosa e intramuscolare (solo con richiesta medica), Cateterismo, Somministrazione terapie (solo con richiesta medica), Esecuzione di clisma e rettoclisi (solo con richiesta medica), Prelievi ematici e anche la Gestione del sondino naso-gastrico.

    Questo importante servizio domiciliare può essere prenotato telefonando al numero 3512702619.

    La Misericordia è dunque un mondo d’aiuti, tutto intorno alle persone, e che parla, con la sua storia secolare, anche di importanti temi culturali e storico artistici: la chiesa di Santa Maria al Prato, infatti, è un vero e proprio scrigno di tesori… tutto da scoprire.

    Per essere sempre informati sull’attività del mondo Misericordia di San Casciano è utile consultare il sito, www.misericordiasancasciano.it, anche per prenotare le visite e le prestazioni specialistiche con un semplice click. E la pagina Facebook ufficiale (qui).

    Per contattare gli ambulatori è attivo, oltre al bottone di prenotazione on line, anche il numero telefonico 055820235, il fax 0558294331, la e-mail ambulatori@misericordiasancasciano.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...