spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Publiacqua: “Al Gentilino progetto partito in ritardo? Colpa del supercondominio”

    Depuratore, il gestore replica all'amministratore dei condomini: "Tentennamenti e indecisioni"

    SAN CASCIANO – "Leggiamo con stupore le dichiarazioni dell’amministratore del supercondominio del Gentilino. Publiacqua ha sempre messo in campo la massima disponibilità per arrivare ad una soluzione tecnica condivisa per la regolazione delle acque di scarico e meteoriche del popoloso quartiere di San Casciano e, se il progetto presentato dall’azienda nel maggio 2017, non è partito non è certo per colpe e ritardi di Publiacqua ma semmai per i tentennamenti e le indecisioni del supercondominio”.

     

    Il gestore del servizio idrico mette in chiaro il suo punto di vista in merito al percorso di definizione dell'annosa questione del depuratore del quartiere.

     

    Precisazioni che arrivano in seguito alle dichiarazione dell'amministratore dei condomini (il super condominio appunto), Germano Miliani: "Mi preme far notare – aveva detto fra le altre cose Miliani – che la soluzione progettuale esposta dal gestore del servizio idrico, Publiacqua spa, nell’ultimo incontro ufficiale tenutosi il 19 ottobre scorso coincide con la primissima proposta avanzata dalla stessa società, per quanto riguarda la linea delle acque reflue ed il posizionamento della stazione di sollevamento, proposta risalente addirittura alla metà dell’anno 2016  (due anni e mezzo fa), che il sottoscritto presentò sommariamente all’assemblea dei condòmini nella seduta del 26 luglio 2016".

     

     

    Publiacqua invece racconta una storia diversa: "A seguito dei numerosi contatti intercorsi nei mesi scorsi con i residenti si è comunque giunti ad nell’ottobre scorso ad individuare la soluzione che meglio contempera gli interessi degli abitanti e la fattibilità tecnica dell’intervento".

     

    "Publiacqua pertanto – rimarca il gestore idrico – non è affatto colpevole di nessun ritardo ed è invece ancora in attesa che arrivi il via libera definitivo dall’assemblea condominiale. Solo dopo che il “supercondominio” acquisirà i necessari consensi per mettere a disposizione dell'ente gestore le aree interessate dalla realizzazione dell'opera potranno infatti essere stipulati gli accordi bonari tra privati e Publiacqua e cominceranno così a decorrere i 10 mesi, previsti dall'accordo, per l'inizio dei lavori".

     

    "Con l’occasione – conclude Publiacqua – informiamo la cittadinanza sancascianese che il 21 settembre 2018 è stato approvato con Decreto n.93 del Direttore Generale dell'Autorità Idrica Toscana il progetto definitivo del nuovo depuratore di San Casciano, che sorgerà in località Ponterotto, una strategica opera di ingegneria ambientale da circa 9 milioni di euro che permetterà il trattamento dei reflui dell'intero agglomerato del capoluogo, compresi quelli del Gentilino".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...