spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Super successo della decima edizione del Gran premio Romolino dell’Olio: fra vincitori e divertimento

    Fra le aziende primo il Frantoio Carmignani (poi Fedi Antonella e Le Fonti); fra i privati, vince Podere Tori (poi Vigevani Jacopo e Zecchi Giuseppe)

    LA ROMOLA (SAN CASCIANO) – “Dal sapore fruttato e intenso, molto fresco al naso , note evidenti di pomodoro (foglia), piccante di lingua e amaro di oliva”.

    È questo l’olio vincitore della decima edizione del Gran Premio Romolino dell’ Olio, che si è svolto sabato 25 novembre presso il circolo Mcl a La Romola: hanno partecipato 16 aziende agricole e 10 produttori privati.

    Fra le aziende, a ricevere l’ambito riconoscimento dalle mani degli organizzatori è stato il Frantoio Carmignani; la medaglia d’argento è stata assegnata all’Azienda Agricola Fedi Antonella; il Podere Le Fonti si è aggiudicato il terzo gradino del podio.

    Per quanto riguarda i privati, la giuria ha decretato vincitore il Podere Tori. Seguito dal Podere Vigevani Jacopo, mentre al terzo posto si è classificato il Podere Zecchi Giuseppe.

    Premio per il “Miglior Olio”, assegnato dalla giuria popolare (dopo aver assaggiato i vari oli presenti ha votato) all’Azienda Agricola Mira Cielo, alla quale è stato consegnato il grembiule personalizzato della decima edizione.

    Una giornata dedicata all’olio d’oliva, ma anche al divertimento e alla beneficenza: con il mercatino artigianale a tema e il raduno delle Fiat 500 a cura del Fiat 500 Club Italia del coordinamento di Firenze.

    Mentre l’ associazione La Romola Insieme ha organizzato, insieme ai bambini, il laboratorio con la realizzazione di lavori sul tema dell’ olio. E, successivamente, sono stati accompagnati presso il Frantoio Carmignani per vedere dal vivo le procedure di produzione dell’olio. E gustare, infine, la fettunta.

    Il pomeriggio è proseguito insieme a Zia Caterina e con il suo taxi “Milano 25”, che si è intrattenuta insieme ai bambini e adulti prima dell’inizio degli eventi dedicati al concorso.

    Con le degustazioni degli oli in gara, la cena organizzata dai volontari del circolo Mcl, unita all’intrattenimento musicale con la cantante Elena Rosini. Fino alla premiazione finale.

    Durante la serata sono intervenuti l’agronomo Luca Socci (capo panel e presidente associazione Anteo) e Filippo Legnaioli (capo panel I Commissione Consorzio Olio Dopo Chianti Classico), che hanno anche parlato della stagione olearia appena conclusa.

    “È stata un’ annata complicata per l’olio – ha spiegato Luca Socci – con due situazioni negative: la siccità dell’anno precedente e le piogge in primavera, fino a metà giugno. Unite alle basse temperature, hanno causato una scarsa fioritura e una produzione scarsa”.

    “Anche se – ha precisato – non è andata così per tutti. Perché non dipende solamente dal meteo, ma anche dal tipo di terreno, altitudine ed esposizione. Insomma, una produzione a macchia di leopardo. A rovinare il raccolto ha influito anche il problema della mosca nelle olive”.

    “Non abbiamo avuto una pessima annata – ha concluso Socci – ma diciamo una media qualità con alcune punte di eccellenza”.

    “In Toscana si è difesa la zona del litorale – ha aggiunto Legnaioli – anche se a causa della scarsa produzione si è notato un significativo aumento del prezzo dell’olio. Poche olive, poco olio, con gli enormi costi di produzione che deve sostenere un’azienda agricola”.

    “Quest’anno – ha proseguito – con una maturazione anomala, le aziende hanno dovuto iniziare la raccolta i primi di ottobre. Con una lavorazione difficoltosa soprattutto delle prime olive, in quanto erano molto piccole con parecchio nocciolo e una polpa grinzosa. Che ha reso complicata l’estrazione: rendendo il sapore dell’olio amaro, legnoso e molto forte. Solo con l’arrivo delle piogge il fenomeno si è ridotto”.

    In occasione della decima edizione inoltre, è stato assegnato un nuovo riconoscimento: “Il Magnifico Romolino”, presieduto da una giuria di esperti. Tra i quali il presidente del Premio Il Magnifico, Matia Barciulli.

    “L’olio è buono, divertente, esplode in bocca con tutto questo piccante – ha spiega Barciulli – è avvolgente. E per me “Il Magnifico Romolino” è un olio “ganzo”, viene decretato rimescolando insieme gli oli dei sei finalisti delle due categorie. Assaggiandoli è stato premiato quello che ci ha conquistato particolarmente… insomma un primo dei primi”.

    Il trofeo, consegnato dalle mani dello stesso Barciulli che durante la serata ha fatto conoscere alcuni aspetti importanti del mondo oleario e del Premio Il Magnifico, ricevendo anche una targa ricordo, ha visto la vittoria del Frantoio Carmignani di San Casciano.

    Presenti alla serata anche il parroco della parrocchia de La Romola don Stefano Tarocchi, il comandante della Stazione dei carabinieri Forestali di San Casciano maresciallo Andrea Pini, il sindaco di San Casciano Roberto Ciappi e il consigliere regionale Massimiliano Pescini.

    “Ci sono 200 aziende agricole che si confrontano e cercano di superarsi l’una con l’altra, naturalmente nel rispetto delle regole – ha detto il maresciallo Pini – Ed è bello percorrere il nostro territorio e vedere le persone coltivare le olivete, seguirne il ciclo e raccogliere le olive. Fino a confrontarsi quando vanno al frantoio: .questo è il sale della vita e voi siete il sale del territorio”.

    Con l’ occasione il sindaco ha consegnato agli organizzatori un attestato di merito per l’impegno nel valorizzare e promuovere l’olio extra vergine d’oliva: nel territorio e fra i produttori.

    “Voglio ringraziare tutti i soci del circolo – ha concluso il presidente del circolo Mcl, Stefano Sirigatti – e tutte le persone che in questi anni hanno attivamente collaborato e portato avanti questa iniziativa giunta alla decima edizione. Appuntamento… alla prossima!”.

    Per celebrare la giornata contro la violenza sulle donne, sono stagti consegnati bollini rossi e, esposte in bella vista, un paio di scarpe rosse per sensibilizzare sul tema.

    Aziende agricole partecipanti

    • TOMBALUNA

    • FEDI ANTONELLA

    • TORRE BIANCA

    • FRANTOIO CARMIGNANI

    • TALENTE

    • LA BRUSCOLA

    • LE FONTI

    • I CASALINI

    • MORI CONCETTA

    • MIRA CIELO

    • LA FONTICINA

    • I CATASTINI

    • POGGIO TORSELLI

    • DIEVOLE

    • SANTO STEFANO

    • LE MANI DI ATENA

    Produttori privati partecipanti

    • PALASTRA

    • BONAZZA

    • ZECCHI GIUSEPPE

    • VIGEVANI JACOPO

    • TORI

    • VENTURINI

    • LE MASSE

    • TOCI GIANNI

    • RAMPINI PIETRO

    • LASI FRANCESCO

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...