spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il prossimo 13 luglio: tre ostetriche spiegano “falsi miti” e daranno pratici consigli

    SAN CASCIANO –  Venerdì 12 luglio le ostetriche Chiara Matteuzzi, Martina Macinai e Erica Bianchi faranno un incontro per genitori, nonni, e chiunque voglia partecipare, sull'allattamento e lo svezzamento. L'incontro si terrà alle 21 al circolo Acli di San Casciano (stanza piano terra).

     

    "E' importante parlare di allattamento e svezzamento – spiegano – in un momento in cui c'è la tendenza a far iniziare quest'ultimo ad epoche sempre più precoci nella vita del bimbo. Sempre più pediatri propongono uno svezzamento precoce (dai circa quattro mesi), quando è l'OMS (organizzazione mondiale della sanità) a dire che l'allattamento dovrebbe essere esclusivo fino almeno ai 6 mesi".

     

    "Si dice dovrebbe – proseguono – perché ci sono alcune situazioni in cui è ammesso e concesso lo svezzamento precoce. Dopo il parto le donne, che hanno scelto di non farsi accompagnare dall'ostetrica si ritrovano sole, bombardate da troppi giudizi e consigli (mamme, nonne, zie, …) e messaggi sbagliati (vedi pubblicità) che troppo spesso le portano a pensare di allattare nel modo sbagliato o di non avere latte (tutte le mamme hanno il latte, basta avere la pazienza di allattare)".

     

    "E quindi – spiegano ancora – iniziano con la giunta e poi con l'allattamento artificiale che, oltre a essere appunto "artificiale", ha lo svantaggio di essere poco pratico, costoso e poco apprezzato dai bimbi. E quindi lo svezzamento precoce si propone come una soluzione a ciò….il latte della mamma è sempre pronto all'uso, gratis, bimbo-specifico e quindi perché dobbiamo riuninciarci a fronte di una cosa artificiale?".

     

    L'incontro sarà incentrato sullo svezzamento naturale: come e quando passare gradualmente dall'allattamento allo svezzamento; quali cibi e quando, frutta, verdura, cereali, carni non lavorate (niente insaccati), formaggi naturali (no sottilette o formaggini). Non servono omogeneizzati per lo svezzamento: certo sono più pratici ma "omogeneizzato" significa "pre-digerito" quindi se necessitiamo di dare una cosa "pre-digerita" vuol dire che forse non era il momento di darla, no?

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...