spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Un sabato speciale, che si chiuderà con la visita alla manifestazione “Artigiani in Villa”

    SAN CASCIANO – Itinerario panoramico sulle colline di San Casciano, impreziosito dalle visite alla Casa Machiavelli e alla Villa Antinori del Cigliano, sabato 6 giugno, con Le Vie del Chianti.

     

    Escursione di interesse storico-naturalistico con bellissimi panorami che si aprono sulla cupola del Brunelleschi. Dal borgo di Sant'Andrea in Percussina, noto per aver ospitato Niccolò Machiavelli durante l'esilio, dove lo scrittore fiorentino compose Il Principe.

     

    Attraverso le vigne e i boschi degli Scopeti verso la chiesa di San Bernardo in Faltignano, verrà oltrepassato il borro della Suganella per raggiungere la monumentale sequoia dove si terrà la pausa pranzo.

     

    Da qui, risalita del versante per raggiungere la rinascimentale Villa Antinori del Cigliano che sarà aperta per l'evento "Artigiani in Villa – Cigliano in Fiore".

     

    Cantina aperta, degustazioni, stand gastronomici di Antica Dolce Forneria con pani e dolci, Fattoria Corzano e Paterno con i suoi formaggi e i gelati di Bananas.

     

    Ritrovo: ore 8.30 presso il parcheggio zona artigianale Bardella, via del Cigliano a San Casciano. Dopo l'escursione arrivo alle 15.30 alla Villa del Cigliano Occorrente: pranzo al sacco, acqua, scarpe da trekking. Lunghezza: circa 12 km.  Difficoltà: facile. Impegno: medio. Quota di partecipazione: 10 euro per persona.

     

    Info e prenotazioni: Eleonora 3920579570; Samuele 3384611098; leviedelchianti@gmail.com   – www.leviedelchianti.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua