spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sequenza sismica in Chianti: il punto (fino alle 9 di stamani) del Laboratorio di Geofisica Sperimentale di UniFi

    "Dal 12 maggio si è registrato un deciso calo sia nel numero di terremoti, sia nell’energia liberata. Ma, lo ricordiamo, non è possibile fare previsioni sull’andamento"

    CHIANTI FIORENTINO – “La sequenza sismica in atto, alle ore 9 locali del 18 maggio 2022, secondo la rete INGV, conta 218 eventi sismici”.

    Inizia così l’analisi della situazione della sequenza sismica che dal 2-3 maggio ha interessato il territorio del Chianti fiorentino, con epicentri nella zona del Ferrone-Luiano (confini fra comuni di Impruneta, San Casciano e Greve in Chianti) da parte del Laboratorio di Geofisica Sperimentale dell’Università di Firenze (qui la sua pagina Facebook).

    “Gli eventi maggiori – prosegue l’analisi – risultano sempre quelle registrato in data 03/05/2022 alle ore 15.50 UTC ed in data 12/05/2022 alle ore 21.12 UTC entrambi con Magnitudo Richter Ml = 3.7”.

    “Gli eventi registrati – proseguono dal LGS – da un punto di visto dell’energia liberata hanno mostrato le seguenti caratteristiche: 4 con magnitudo maggiore o uguale a 3; 22 con magnitudo tra 2 e 3; 192 con magnitudo minore di 2”.

    “In particolare – viene specificato – dopo l’evento sismico del 12 maggio alle 23:12 locali, si è registrato un deciso calo sia nel numero di terremoti registrati sia nell’energia liberata”.

    “In particolare – si elenca – 13 maggio 2022, 11 eventi registrati (magnitudo massimo ML=2.0); 14 maggio 2022, 4 eventi registrati (magnitudo massimo ML=1,8); 15 maggio 2022, 2 eventi registrati (magnitudo massimo ML=1,6); 17 maggio 2022, 1 evento sismico di magnitudo ML=1.8. Al momento da 20 ore non vengono registrati eventi sismici”.

    “Tuttavia – tengono a precisare dal LGS dell’Università di Firenze – ricordiamo che ogni sequenza è differente dalle altre e che non è possibile fare previsioni sull’andamento dell’attuale sequenza sismica”.

    “E – riprendono – anche se adesso sembra in regressione, non dobbiamo abbassare la guardia in quanto, dai dati i precedenti del 2014-2015, potrebbe sempre riprendere e proseguire per altre settimane o mesi”.

    “Dato quindi che non possono essere fatte previsioni – concludono – in caso di dubbi sul comportamento da tenere in caso di terremoto, vi consigliamo di consultare il sito della campagna “Io non rischio”, che fornisce tutte le informazioni del caso”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...