spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Donato Tavarnelle 2017/2018: ecco (in video) il "pacchetto" di centrocampo

    SAN DONATO IN POGGIO (TAVARNELLE) – Dopo portieri e difensori, ecco a voi il "pacchetto" di centrocampo per la stagione 2017/18 del San Donato Tavarnelle.

     

    # VIDEO / San Donato Tavarnelle 2016/17: video carrellata… sui difensori

     

    # VIDEO / San Donato Tavarnelle: si presentano i tre portieri per la stagione 2017/18

     

     

    ""

     

    Il centrocampo del San Donato Tavarnelle opta per scelte mixate sulla esperienza e molti giovani che avranno così l’opportunità di mettersi in mostra e proseguire in un percorso già avviato.

     

    Tommaso Bambi, da due anni a San Donato, classe 1999, ha militato nella Cattolica Virtus con gli Allievi Elite: “Speriamo di dar vita a un campionato all’insegna della tranquillità”.

     

    Il colpo da incorniciare è sicuramente quello di Simone Caciagli, 31 anni, che arriva dal Tuttocuoio.

     

    Una vita passata nel calcio professionistico con due annate, le precedenti, fra Poggibonsi e Montecatini. “E’ bastata una telefonata da parte del direttore e una breve chiacchierata con la società per scegliere questa piazza”.

     

    Chi invece dagli Juniores cercherà adesso di ritagliarsi maggiore spazio in prima squadra è certamente Matteo Calosi, 18enne, che nella scorsa stagione ha esordito con la prima squadra.

     

    Per il prossimo campionato è stato aggregato alla truppa di mister Marmorini. Oltre ad amare il calcio, si interessa di geografia e di viaggi

     

    Da Poggibonsi arriva anche il classe 96, mezz’ala, Isuf Cela. Il talento del San Donato Tavarnelle annovera esperienze al Prato e nella primavera del Bologna: “Tutti mi hanno parlato bene di questa società”.

     

    A rinforzare le fila dell’esperienza ecco Roberto De Vito, classe 91, con varie esperienze in serie D: “Conosco tanti compagni di squadra, non ci sono dubbi sulla mia scelta”

     

    Classe 99, ecco Matteo Favilli, al primo anno al San Donato Tavarnelle. Proveniente dalla Beretti del Tuttocuoio, ha idee molto chiare: “Spero di fare bene come singolo e nel collettivo di esprimerci bene”.

     

    Tommaso Nuti, classe 1996, al terzo anno in gialloblu vede nel gruppo la forza di questa squadra: “Giovane, forte e bello”.

     

    Dal versante senese, Sovicille, arriva Manuel Rustici, 19enne,  che 2 anni fa militava negli juniores nazionali del Siena di mister Giulio Pelati. Il salto poi in Beretti dove fu protagonista di una ottima annata, ricompensata con la preparazione in prima squadra.

     

    Un paio di offerte dalla serie D per una esperienza in prestito: “La chiamata del San Donato Tavarnelle è stata la più convincente e la migliore”

     

    Diego Bini, classe 1999, al secondo anno in gialloblu, proveniente dal settore giovanile della Cattolica, ha le idee chiare: “Crediamo nel nostro obiettivo”.

     

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...