spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al Cinema Antella “Ennio”, il docu-film sul compositore Ennio Morricone

    La pellicola sarà proiettata stasera, venerdì 4 marzo, sabato 5 marzo alle ore 21.30 e domenica 6 marzo alle ore 17.30 e 21.30

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Protagonista al Cinema Antella il film “Ennio”.

    La pellicola sarà proiettata stasera, venerdì 4 marzo, sabato 5 marzo alle ore 21.30 e domenica 6 marzo alle ore 17.30 e 21.30.

    Il film, diretto dal regista Giuseppe Tornatore, è un documentario sulla figura del maestro Ennio Morricone, scomparso il 6 luglio 2020.

    Il compositore è stato fautore di oltre cinquecento colonne sonore – tra cui alcuni film dello stesso Tornatore – ed è stato onorato nel 2007 dall’Academy con un Oscar alla carriera.

    La sua vita viene analizza attraverso diversi volti del cinema che hanno lavorato con lui, dagli italiani Bernardo Bertolucci, Nicola Piovani e Carlo Verdone, fino ai colleghi d’oltreoceano come Clint Eastwood, Hans Zimmer, Quentin Tarantino e Bruce Springsteen.

    Il documentario contiene anche video e filmati esclusivi delle scene e dei luoghi che hanno definito la sua vita

    La programmazione cinematografica del Cinema Antella si svolge con il patrocinio del Comune.

    Ingresso: intero € 7 – ridotto € 6. Il venerdì e la  domenica: pizza + bevuta + cinema: € 15.

    Il Cinema Antella si trova presso il C.R.C. Antella in via di Pulicciano 53 all’Antella. Info: 055621207.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...