spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Arrestato il presunto autore di 20 furti di scooter SH: a Firenze, Scandicci e Grassina

    Classe 1977, un "pendolare del crimine" da Castel Volturno: era indagato per i furti di 20 motorini commessi fra ottobre 2021 e marzo 2022

    FIRENZE-BAGNO A RIPOLI – I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Firenze Oltrarno hanno arrestato a Castel Volturno (Caserta), in seguito alla misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Firenze, un italiano, classe 1977, con precedenti per reati contro il patrimonio.

    Era indagato per il furto di venti scooter Honda SH commessi a Firenze, Bagno a Ripoli e Scandicci, tra ottobre 2021 e marzo 2022.

    L’attività d’indagine, iniziata con l’analisi di diversi furti messi a segno nell’area dell’Oltrarno nel mese di ottobre 2021, ha permesso di identificare l’arrestato.

    Che, secondo quanto ricostruito dalle indagini e in concorso con altri soggetti (al momento ignoti, che gli fornivano supporto), arrivava a Firenze e dintorni, provenendo con un furgone da Castel Volturno.

    Una sorta di “pendolare del crimine” insomma, che si muoveva con la finalità di compiere i furti, per poter poi rientrare frettolosamente in Campania. E rivendere i pezzi dei motocicli trafugati.

    Dalla visione e analisi di numerose telecamere di video sorveglianza, pubbliche e private, i carabinieri sono riusciti a identificare il furgone utilizzato per giungere a Firenze e compiere i furti.

    Ricostruendo poi, a ritroso, tutti i suoi movimenti. E collegandoli con i furti messi a segno.

    In particolare le indagini hanno permesso di ricostruire sei episodi, avvenuti il 12 ottobre 2021, il 14, 22 febbraio e 2 marzo 2022 a Firenze, il 18 dicembre 2021 a Grassina e il 21 dicembre 2021 a Scandicci.

    In ogni occasione il 45enne campano riusciva ad impossessarsi di 3 o 4 scooter, sempre Honda SH, individuati lungo le vie, mediante la rottura del blocca sterzo. Caricandoli poi, rapidamente, sul furgone.

    Dopo la sua localizzazione nel domicilio a Castel Volturno, i carabinieri dell’Oltrarno, con l’ausilio dei militari del Reparto Territoriale di Mondragone, hanno arrestato l’uomo.

    Portato successivamente presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, in attesa di essere sottoposto ad interrogatorio di garanzia.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...