spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli: l’amministrazione comunale firma un patto con la Fondazione per Clima e Sostenibilità

    Obiettivo: promuovere il settore dell’ecologia. La Fondazione supporterà il Comune su formazione, indagini e iniziative per promuovere sul territorio le buone pratiche ambientali

    BAGNO A RIPOLI – Il Comune di Bagno a Ripoli ha un nuovo “alleato” per promuovere la tutela e la valorizzazione dell’ambiente e dell’ecologia. Si tratta della Fondazione per il Clima e la Sostenibilità, che grazie ad un protocollo di intesa fresco di firma, supporterà l’amministrazione comunale nell’organizzazione di attività di formazione, indagini e iniziative per promuovere sul territorio le buone pratiche ambientali.

    La Fondazione, che ha sede a Firenze, è un istituto di ricerca senza fini di lucro attivo nel settore della sostenibilità ambientale, dell’agricoltura e delle foreste, con particolare riferimento al monitoraggio e alla salvaguardia delle risorse naturali, alla sostenibilità dei processi di gestione e pianificazione del territorio e delle attività produttive connesse.

    In questi ambiti, il Comune e la Fondazione lavoreranno fianco a fianco per la promozione e lo sviluppo di attività di formazione.

    Al centro del lavoro congiunto il tema dello sviluppo sostenibile delle aree urbane e periurbane in termini di agricoltura urbana e inclusione sociale, la gestione sostenibile della risorsa idrica e il contrasto al dissesto idrogeologico, la mitigazione e l’adattamento climatico, la valorizzazione della biodiversità, delle energie rinnovabili e dell’economia circolare. 

    Tra gli obiettivi dell’intesa anche la ricerca di finanziamenti per progetti ambientali improntati all’innovazione tecnologica e l’organizzazione di eventi e iniziative per la divulgazione della cultura della sostenibilità aperti a tutta la comunità.

    La Fondazione è già attiva da tempo sul territorio ripolese e negli ultimi anni ha già avuto modo di svolgere ricerche e iniziative importanti.

    Tra queste, uno studio legato alle agro-energie per individuare le colture più adatte alla produzione di oli vegetali per il biodiesel, la collaborazione decennale con la tenuta di Poggio Casciano per lo studio di micro-zonazione dei terreni per la produzione di vini di altissima qualità.

    Durante l’anno scolastico appena concluso, la Fondazione ha inoltre promosso il progetto “Sostenilandia” presso la scuola primaria di Croce a Varliano per promuovere e divulgare tra i bambini comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto dell’ambiente.

    “Siamo felici – dichiarano il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’ambiente Enrico Minelli – di aver trovato nella Fondazione un nuovo alleato qualificato per la promozione della sostenibilità sul nostro territorio. Daremo vita a occasioni di approfondimento, laboratori, ricerche e iniziative per tutta la comunità e in particolare per le fasce più giovani della popolazione, che erediteranno il nostro territorio. Cercheremo di dare loro nuovi strumenti e nuove conoscenze affinché possano tramandarlo nel migliore dei modi a loro volta a chi li seguirà”.

    “Con molto piacere stipuliamo questo accordo di collaborazione che sancisce un’intesa importante su attività che si svolgono e si sono svolte nel comune di Bagno a Ripoli” dice il presidente della Fondazione Simone Orlandini.

    “Creiamo – conclude – così le basi per proseguire con numerose attività di comune interesse verso un futuro più rispettoso dell’ambiente. Ricordiamo con piacere le positive esperienze realizzate nel campo dell’innovazione e della ricerca sulle agro-energie e la collaborazione con la tenuta di Poggio Casciano, concluse con pubblicazioni tecnico-scientifiche e incontri di formazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...