spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ospite speciale al Teatro dell’Antella: sabato 15 dicembre c’è Carlo Conti

    Ospite della rassegna ideata a curata dal critico teatrale Roberto Incerti. Che lo intervisterà per il pubblico

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Sabato 15 dicembre alle 17: è stata svelata l’attesa data che vedrà Carlo Conti sul palco del Teatro Comunale di Antella (via Montisoni, 10, Antella, Bagno a Ripoli – ingresso 3 euro, consigliata prenotazione allo 055621894) ospite della rassegna “Sei brillanti: quando il teatro fa furore” ideata e curata dal critico teatrale Roberto Incerti.

     

    Di certo uno degli appuntamenti clou di questo progetto pensato per valorizzare il patrimonio teatrale, attraverso le testimonianze di artisti e personaggi che hanno scritto pagine della scena toscana e italiana.

     

    E per quel che riguarda la comicità, impossibile prescindere da Carlo Conti: cresciuto come speaker radiofonico di emittenti locali – Lady Radio, Radio Firenze Nova, Radio Firenze 2000 – l’autore e conduttore fiorentino è tra i “padri” di arcinoti programmi (e spettacoli) come "Aria Fresca" e "Vernice Fresca", da cui sono usciti tanti nomi noti del teatro e del cinema.

     

    Roberto Incerti intervisterà Carlo Conti sui lavori del recente passato, come quando ha rivestito il ruolo di direttore artistico del Festival di Sanremo.

     

    Ma anche sui progetti futuri, come la ripresa – proprio durante queste festività – dello spettacolo “Lo show” con i colleghi e amici Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...