spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cittadinanza Attiva: “E se un gruppo di cittadini senza casa, in associazione richiedesse quell’area?”

    BAGNO A RIPOLI – "Siccome ce lo hanno chiesto, non abbiamo avuto motivo per dire di no": queste sono state, sostanzialmente, le motivazioni date dal Sindaco alla nostra interrogazione presentata in consiglio comunale lo scorso 30 ottobre sulla presenza, ormai da molto tempo, delle tende di Cristo è la Risposta davanti alla biblioteca di Ponte a Niccheri".

     

    E' Beatrice Bensi, capogruppo di Cittadinanza Attiva a chiarire che "senza voler esprimere alcun giudizio sull’associazione Cristo è la Risposta, è sull’inconsistenza delle motivazioni che hanno permesso l’uso di quest’area, che vogliamo porre l’attenzione dei cittadini".

     

    "Sì – prosegue – c’è una polizza fideussoria, ma si tratta di un’area destinata a spettacoli itineranti: con tutti i rinnovi delle concessioni; però, nel corso di questi anni, l’accampamento, in realtà, ha perso il carattere di temporaneità. In queste roulotte, le persone ci abitano, ed anche in questo caso, sembra riproporsi la solita storia per cui in Italia non c’è nulla di più definitivo del provvisorio".

     

    "E sentirsi dire – dice ancora – che al momento non è pervenuta all’amministrazione comunale nessun’altra richiesta su tale area, ci fa sorgere spontanea una riflessione: vista la situazione di disagio abitativo che stiamo vivendo, allora anche un gruppo di cittadini potrebbero costituirsi come associazione e provare a fare richiesta. Come si comporterebbe allora l’amministrazione?".

     

    "Non contestiamo le esenzioni in materia di tributi locali – chiarisce Bensi – spettanti in quanto onlus, né i lavoretti di piccola manutenzione che la comunità ha offerto come “atto di mecenatismo”, secondo la definizione data dal sindaco e che ci sembrano un doveroso riconoscimento per l’ospitalità ricevuta".

     

    "Ma perché – conclude – invece, non può essere fatto un bando, rivolto a tutte le onlus, su cosa potrebbero realizzare in quest’area, rispettando i vincoli di destinazione urbanistica? Sarebbe certamente un modo diverso e darebbe un contenuto serio per giustificare, agli occhi dei ripolesi, l’uso di un loro spazio cittadino".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...