spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 1 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’11 e 12 luglio. Il sindaco: “Sull’approvazione del bilancio il Governo ci mette in crisi…”

    BAGNO A RIPOLI – Giovedì 11 luglio alle 19, con eventuale prosecuzione venerdì 12 luglio (sempre alle 19), presso la sede municipale, è convocato il consiglio comunale, per trattare il seguente ordine del giorno.

     

    1) Lettura ed approvazione verbale seduta consiliare del 19.6.2013
    2) Comunicazioni del Presidente
    3) Comunicazioni del Sindaco
    4) Piano Attuativo in variante al Regolamento Urbanistico per la realizzazione di insediamento residenziale in località Antella – Via Pulicciano. Presa d'atto non assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica. Avvio procedimento preordinato all'esproprio. Adozione.
    5) Regolamento Urbanistico – Presa d'atto correzione errore materiale simbolo complesso Santa Caterina a Rimezzano.
    6) Alienazioni e valorizzazioni immobiliari ai sensi dell'art. 58 Decreto Legge 112/2008 convertito in Legge 133/2008 – Piano 2013-2015.
    7) Programma delle opere e degli interventi pubblici per il triennio 2013-2015
    8) Servizi di gestione Rifiuti Solidi Urbani svolti da Quadrifoglio spa – Approvazione Piano Finanziario degli Interventi e Tariffa di riferimento 2013.
    9) Programma di incarichi di collaborazione autonoma anno 2013 e limiti di spesa – Approvazione.
    10) Regolamento per l'applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi – Tares.
    11) Tares – Approvazione tariffe anno 2013.
    12) Approvazione aliquote e fissazione della detrazione per imposta municipale propria.
    13) Esame ed approvazione del Bilancio di previsione per l'anno 2013 e dei suoi allegati: bilancio pluriennale 2013-2015, Relazione previsionale e programmatica e Programma triennale ed elenco annuale dei Lavori Pubblici di cui all'art. 14 della Legge 109/94.

     

    “Sarà una seduta del consiglio comunale probabilmente divisa in due giorni – dice il sindaco Luciano Bartolini – segnale del fatto che ci attende un luglio molto intenso un ordine del giorno corposo a testimonianza della vasta produzione dell'organizzazione comunale, del consiglio stesso, delle commissioni consiliari, di ogni singolo consigliere e della giunta: si va dal Piano Attuativo per la realizzazione dell'insediamento residenziale di Antella a tutti gli atti preliminari all'approvazione del bilancio preventivo 2013 (Piano Opere Pubbliche, Tares)".

     

    "Purtroppo – denuncia il sindaco – il fatto grave è che siamo costretti ad approvare il bilancio preventivo a prima metà dell'anno passata e ad approvarlo provvisorio! Gli elementi necessari per dare il via definitivo sono infatti ancora in discussione in Parlamento e nel Governo. Un esempio? L'Imu è stata sospesa, se non l'avessero sospesa noi avremmo avuto risorse che ora non abbiamo e non si sa quando arriveranno! Lo stesso è per la Tares: potremmo doverla modificare. È solo un acconto provvisorio".

     

    "Dovremmo invece – rilancia – poter lavorare almeno in un'ottica biennale (la Germania fa elaborazioni quinquennali!), del genere 2013/2014: ora siamo a discutere ancora del 2013 e il 2014 è già più vicino del 2012! Il tempo non si può fermare e questo a Roma sarebbe bene che qualcuno lo comprendesse. Io capisco le difficoltà, ma è possibile per un Comune lavorare in queste condizioni? Del resto, non si poteva andare avanti senza un minimo di criteri economico-finanziari, da qui il bilancio provvisorio".

     

    "Nonostante tutto – conclude il sindaco Bartolini – manteniamo i servizi sociali ed educativi come punti fermi. Il problema è che, nelle nostre casse, dobbiamo avere un minimo di liquidità: se non ci avesse pensato la Regione Toscana a sopperire economicamente, avremmo dovuto sospendere non so quanti interventi nel sociale. Non ci limitiamo alla protesta, ma cerchiamo ogni giorno di dare risposte ai cittadini con i servizi fondamentali e con processi di innovazione avviati per 'amministrare in tempi di crisi', poggiando sulla preziosa collaborazione del territorio”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...