spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Trittico di Agnolo Gaddi come segnale di cultura che porta crescita e sviluppo

    BAGNO A RIPOLI – "Dall'Arte si RipArte": questo lo slogan e il tema centrale dell'evento promosso venerdì 18 luglio presso il suggestivo Oratorio di Santa Caterina dal Comune di Bagno a Ripoli e l'associazione Santa Caterina Onlus.

    La manifestazione, che ha visto la partecipazione di oltre 300 persone, aveva l'obiettivo di dimostrare di come da un nuovo concetto di impresa culturale, sintesi delle sinergie tra pubblico e privato, il patrimonio artistico e architettonico del nostro Paese possa divenire occasione di crescita e sviluppo economico e sociale.

     

    Segno tangibile di queste opportunità è stata la presentazione della fedele riproduzione del Trittico di Agnolo Gaddi, Madonna col Bambino tra i Santi Andrea e Lorenzo (eseguita dalle abili mani del Maestro artigiano Gino Francini per conto dell'azienda ArteVera by Colorgis di Sinalunga), collocata in pianta stabile all'interno dell'Oratorio per ricomporre quell'intimo dialogo tra l'opera del Gaddi e il ciclo di affreschi sulla vita di Santa Caterina, interrotto circa 90 anni fa a seguito di un furto.

     

    La presenza del Trittico, realizzato grazie alle sponsorizzazioni della Maison Ermanno Scervino  e dell'azienda ArteVera by Colorgis, ha fornito poi l'occasione al moderatore della serata, il giornalista Rai Marco Hagge, di interagire con i protagonisti di un inedito talk show su arte e cultura, sui futuri progetti culturali del Comune di Bagno a Ripoli.

     

    A parlarne sono stati il direttore della Galleria degli Uffizi Antonio Natali, Tony Scervino dell'omonima casa di moda, il sindaco di Bagno a Ripoli Luciano Bartolini e il presidente della neo istituita associazione Santa Caterina Onlus, Andrea Poli, che si sono intrattenuti soprattutto sulla grande mostra “Francesco Granacci e Giovanni Larciani all’Oratorio di S.Caterina” che, inserita all'interno della collana “La Città degli Uffizi”, si terrà dal 13 settembre 2013 al 12 gennaio 2014 presso l'Oratorio.

     

    "Non possiamo che essere soddisfatti dell'entusiamo che i partecipanti all'iniziativa "Dall'Arte si Riparte" hanno manifestato nell'intervenire a questa serata inaugurale – dice Andrea Poli – E confesso che, in questo particolare momento di difficoltà congiunturale che sta vivendo il Paese, la soddisfazione è ancora maggiore. Vedere istituzioni come La Galleria degli Uffizi collaborare con   una amministrazione pubblica come il Comune di Bagno a Ripoli, con l'intervento di imprenditori come Ermanno Scervino, per dare impulso alle iniziative della nostra Onlus, credo che sia un messaggio forte di speranza per coloro che, come noi, credono che il settore della cultura e dell'arte possa rappresentare veramente una risorsa anche economica ed una opportunità per molti giovani che ancora purtroppo faticano ad inserirsi nel mondo del lavoro".

     

    “La presenza di un così alto numero di partecipanti all'incontro di venerdì, tra imprenditori, professionisti del settore, cittadini innamorati del bello – sostengono il sindaco Luciano Bartolini e il vicesindaco Alessandro Calvelli – rafforza la nostra convinzione che proprio dalla cultura, dal nostro patrimonio artistico possa cominciare una nuova stagione per il nostro Paese. Attorno ai progetti culturali che sinora siamo stati in grado di organizzare, si sono “coalizzate” e contaminate competenze, professionalità, risorse provenienti da ogni attore sociale: l'impresa, il volontariato, le istituzioni pubbliche".

     

    "Questa nuova forma di mecenatismo – concludono – di “effetto Medici” ci permette di superare anche le ristrettezze del bilancio, dimostrando che con la condivisione, l'entusiasmo, le idee si possono fare grandi cose. In breve: che dall'arte si può ripartire. E confidiamo che la mostra del prossimo settembre dedicata a Francesco Granacci ne sia un esempio concreto”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...