spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mondeggi, la Metrocittà di Firenze diffida da svolgimento di eventi non autorizzati

    A partire da quello previsto sabato, "Il Mosto di Firenze 4.0" dove sono annunciate centinaia di persone

    MONDEGGI (BAGNO A RIPOLI) – Pugno duro della Città Metropolitana nei confronti di Mondeggi e dei suoi occupanti.

     

    "La Città Metropolitana di Firenze – si legge in una nota – ha diffidato il comitato promotore Mondeggi, per sabato 11 maggio, dell'iniziativa "Il Mosto di Firenze 4.0", dal dare luogo all'evento, organizzato nei terreni e negli immobili di Mondeggi di proprietà della Metrocittà e che da quasi cinque anni sono occupati abusivamente".

     

    Iniziativa dove, fra le altre cose, è previsto pure un concerto di Bobo Rondelli. E per la quale sono attese centinaia e centinaia di persone.

     

    "Nessuna informativa peraltro – si prosegue – è stata resa all'amministrazione né alla stessa sono state inviate richieste di autorizzazione e/o preventivo assenso allo svolgimento della manifestazione che, in ogni caso, vista la situazione creata dagli occupanti, non sarebbe stata consentita".

     

    "È imputata fin da subito ai soggetti promotori – si precisa in conclusione – ogni responsabilità in ordine ad atti o fatti o ad eventuali danni a persone o cose che dovessero verificarsi. La Città Metropolitana, inoltre, li diffida dallo svolgere ogni altra eventuale iniziativa, da intendersi sin da subito non autorizzata, sulla proprietà della Metrocittà di Firenze".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...