mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    “Docenti ancora da nominare”: da Bagno a Ripoli lettera al direttore ufficio scolastico regionale

    "Non è tollerabile che, con la ripresa dell’attività scolastica avvenuta ormai da due settimane, le nostre scuole debbano ancora far fronte a questa situazione emergenziale"

    BAGNO A RIPOLI – Hanno preso “carta e penna”. E scritto al direttore dell’ufficio scolastico regionale.

    Protestano il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini e l’assessore alla scuola Francesco Pignotti. Come la maggior parte dei loro colleghi.

    “Come sa – scricono nella lettera – ancora non sono stati nominati i docenti sull’organico di fatto, di cui le nostre scuole hanno assoluto e urgente bisogno”.

    “Conosciamo le difficoltà che sicuramente si possono riscontrare in una fase così complessa – precisano – ma non è tollerabile che, con la ripresa dell’attività scolastica avvenuta ormai da due settimane, le nostre scuole debbano ancora far fronte a questa situazione emergenziale”.

    “Grazie alla collaborazione delle dirigenze scolastiche e al lavoro congiunto portato avanti in questi mesi – rivendicano – nel comune di Bagno a Ripoli garantiremo comunque il regolare avvio del servizio mensa”.

    “Tuttavia – annunciano – per quanto riguarda il tempo pieno alla scuola primaria, il servizio è messo a repentaglio dalla mancanza di personale sufficiente, con alcune classi che saranno costrette a rinunciarvi”.

    “Questo – proseguono – a sua volta, comporterà ulteriori difficoltà per l’organizzazione del trasporto scolastico nell’orario di rientro a casa e disagi per le famiglie e gli studenti stessi”.

    “Dopo mesi di didattica a distanza – rivendicano – il personale scolastico e soprattutto gli studenti hanno tutto il diritto di tornare a vivere la scuola come meritano, in sicurezza e tranquillità”.

    “A fronte degli sforzi compiuti – puntualizzano Casini e Pignotti – non possiamo accettare di rimanere bloccati a causa di un ritardo ingiustificato nell’assegnazione delle cattedre”.

    “Chiediamo quindi all’Ufficio scolastico regionale – sottolineano in conclusione – di procedere immediatamente con la nomina del personale scolastico aggiuntivo. Non c’è più tempo da perdere, ne va della qualità dell’offerta scolastica e della serietà delle istituzioni che la dovrebbero garantire”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...