spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli ricorda la Giornata della Memoria. Appuntamento al Gobetti-Volta

    Venerdì 27 gennaio azione scenica (e canzone di Guccini) sotto un suggestivo salice piangente nel giardino della scuola

    BAGNO A RIPOLI – L'amministrazione comunale presenta le iniziative di Bagno a Ripoli in occasione della Giornata della Memoria dello sterminio del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani.

     

    L'Isis Gobetti-Volta, in collaborazione con il Comune di Bagno a Ripoli e con la presenza di Giovanni Cipani e del Rabbino Ely Lerner, parteciperà con un'iniziativa curata da due docenti di Lettere, le professoresse Fiorenzani e Maurini, coinvolgendo due classi dell'Istituto, la VF liceo scientifico e la VB liceo linguistico.

     

    Nel giardino della scuola sotto un suggestivo salice piangente, davanti al monumento dedicato alla Shoah (nella foto), opera di Giovanni Cipani, si attuerà un'azione scenica accompagnata da musica e canto con note e parole della canzone "Auschwitz" di Francesco Guccini.

     

    I due gruppi di ragazzi daranno vita a personaggi di deportati muovendosi accompagnati da un violino, due chitarre, uno strumento a percussione e otto voci.

     

    In un secondo momento, la manifestazione continuerà nell'Aula Perini dell'Istituto, con la lettura da parte dei ragazzi di brani significativi legati alla Shoah e si concluderà con la poesia di Primo Levi "Se questo è un uomo", concertata a più voci.

     

    "Anche quest'anno commemoreremo la tragedia dell'Olocausto tra i più giovani, nelle scuole, nel "nostro" istituto superiore Gobetti-Volta – hanno dichiarato il sindaco Francesco Casini e l'assessore alla pubblica istruzione Annalisa Massari, che saranno presenti – La cerimonia avverrà infatti presso la scultura "Non dimenticare", dedicata a Petr Eisler, realizzata da Giovanni Cipani, presidente dell'Associazione "Do not forget", collocato presso la scuola dal 2008".

     

    "Ogni volta – hanno sottolineano – è un rinnovarsi della consapevolezza e della capacità di ricordare, per noi adulti e per i ragazzi che, grazie all'iniziativa dei loro insegnanti combinata con la disponibilità dell'associazione, ci propongono una performance significativa che arricchirà la cerimonia e, a seguire, un dibattito con Rabbi Lerner".

     

    "È importante questa memoria – hanno concluso – l'indifferenza che rese possibile lo sterminio degli ebrei è purtroppo un rischio potenzialmente ancora presente. Il coinvolgimento e la coscienza dei più giovani sono lo strumento principale per debellarlo".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...