spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ecco la “25” e la “26”, le due nuove ambulanze della Fratellanza Popolare

    Inaugurati due mezzi all'avanguardia: dalle inedite centraline touchscreen in mirroring ai nuovi allestimenti super ergonomici

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) –  Due nuove ambulanze, la “25” e la “26”, che vanno a sostituire le vecchie “9” e “18” nel servizio di emergenza 118 fornito da “Delta 50”, la Fratellanza popolare di Grassina.

     

    In una bellissima cornice arancione, formata da volontari di tante associazioni, soci e cittadini, sono state inaugurati i due nuovi mezzi, all’avanguardia, dotate dei più avanzati sistemi dedicati al trasporto e il trattamento in emergenza.

     

    Dalle inedite centraline touchscreen in mirroring fra vano sanitario e cabina guida, ai nuovi allestimenti super ergonomici, alle nuove app interconnesse per il checklisting rapido del mezzo: non manca davvero nulla.

     

    Presenti all’inaugurazione, il sindaco di Bagno a Ripoli Casini, il Presidente Regionale ANPAS Bettini e Patrizio Ugolini, che insieme al Presidente Cotugno hanno inaugurato i mezzi, pronti a scendere in strada con i Volontari nei prossimi giorni, a servizio delle persone che chiedono soccorso nel nostro territorio.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...