spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco Casini: “La bioMerieux amplia la propria sede. In arrivo nuovi posti di lavoro”

    Il primo cittadino ripolese in visita nella struttura in via di Campigliano: "I lavori vanno spediti e in primavera la nuova struttura sarà operativa"

    BAGNO A RIPOLI – “Quando un’azienda cresce e si rafforza è una vittoria per tutto il territorio”.

    Lo dice il sindaco di Bagno a Ripoli, Francesco Casini, a proposito (come spiega) di “quello che sta accadendo con bioMerieux tra i leader mondiali della diagnostica in vitro”.

    “Che ha la sua casa italiana nel nostro comune – ricorda – in via di Campigliano, con quasi 200 addetti e un’importante sede produttiva”.

    “L’azienda sta ampliando la sua struttura con un nuovo edificio – fa sapere – che ospiterà un polo ricerca e sviluppo all’avanguardia. E libererà spazio per potenziare la produzione”.

    “Un’operazione – puntualizza Casini – che consentirà a bioMerieux di creare numerosi nuovi posti di lavoro, con ricadute occupazionali importantissime per la zona”.

    “Il tutto – rimarca – con un progetto sostenibile e attento all’ambiente grazie all’autoproduzione di energia pulita attraverso pannelli fotovoltaici e un moderno impianto per la geotermia”.

    “Ieri – conclude – il direttore Pascal Quinodon mi ha accompagnato in un sopralluogo: i lavori vanno spediti e in primavera la nuova struttura sarà operativa”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...