spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Installato un nuovo bancomat nell’ufficio postale di Grassina in via di Tizzano

    "E' un nuovo ATM Postamat dotato di monitor digitale ad elevata luminosità e dispensatore innovativo, con moderni dispositivi di sicurezza"

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Poste Italiane ha installato nell’ufficio postale di Grassina, in via di Tizzano, un nuovo ATM Postamat.

    “Dotato – spiega l’azienda – di monitor digitale ad elevata luminosità e dispensatore innovativo, con moderni dispositivi di sicurezza”.

    “Tra cui – aggiunge – un sistema di macchiatura delle banconote e una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione delle carte di credito”.

    “Il nuovo sportello – prosegue Poste Italiane – è inoltre dotato di un lettore barcode per rendere più semplice il pagamento dei bollettini prestampati tramite qr code”.

    “E – si precisa – disponibile tutti i giorni della settimana 24 ore su 24, consente di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista movimenti, ricariche telefoniche e carte Postepay, oltre al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale”.

    “I Postamat di ultima generazione – dicono ancora da Poste Italiane – possono essere utilizzati dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay”.

    “Il piano di sostituzione degli ATM Postamat – conclude la nota – conferma la capillarità della presenza di Poste Italiane sul territorio e l’attenzione che l’azienda riserva alle realtà locali”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...