spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    International School of Florence, Pignotti chiude all’ampliamento nella Valle di Rimezzano

    L'assessore, candidato sindaco di Pd-centrosinistra, stoppa l'idea: "Così come previsto, non è compatibile con l’idea di sviluppo che vogliamo portare avanti nei prossimi 5 anni"

    BAGNO A RIPOLI – “L’ampliamento della International School of Florence nella valle di Rimezzano, così come previsto, non è compatibile con l’idea di sviluppo del nostro territorio che vogliamo portare avanti nei prossimi 5 anni”.

    Arriva sul delicato tema dell’urbanistica, vero e proprio terreno di scontri e divisioni a Bagno a Ripoli, la prima “sliding door” della campagna elettorale.

    E ad imboccarla è il candidato sindaco di Pd-centrosinistra, Francesco Pignotti, che da assessore uscente annuncia che bloccherà tutto.

    “Se sarò sindaco – dice – lavoreremo ad un’alternativa che riduca il consumo di suolo, a vantaggio del recupero di edifici inutilizzati”.

    “Ho già comunicato questa decisione al board della Scuola – riprende – con il quale auspico piena collaborazione per una soluzione alternativa”.

    “Senza infatti precludere la potenzialità di sviluppo dell’ISF – conclude Pignotti – che riteniamo un’eccellenza, occorre trovare una soluzione compatibile con la nostra idea di sviluppo del territorio”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...