spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Italia Viva a Franco Pestelli: “Neanche noi vogliamo allearci con chi rinnega uno dei migliori sindaci ripolesi”

    "Non si è accorto che il Pd a Bagno a Ripoli non ha più i voti del 2014 (61%), del 2019 (46%) ma bensì il 34,6 % che è molto lontano dal 50% che gli servirà per guidare questo comune..."

    BAGNO A RIPOLI – “Caro Franco, nell’interesse della comunità ripolese, nemmeno noi vogliamo allearci con chi vuole discontinuità e rinnega l’amministrazione di questi 10 anni guidata da uno dei migliori sindaci che Bagno a Ripoli abbia mai avuto”.

    Inizia così la replica di Italia Viva a Franco Pestelli, uno dei due candidati alle primarie del Pd a Bagno a Ripoli domenica 3 marzo, che ieri ha comunicato ufficialmente la sua chiusura a una alleanza con IV.

    “Un’amministrazione – prosegue Italia Viva – quella di questi ultimi anni, che non ha fatto solo chiacchiere, ma ha creato quasi 2.000 nuovi posti di lavoro grazie agli investimenti di nuove aziende sul territorio”.

    “Che ha investito sull’edilizia scolastica – rivendicano – potenziato l’ospedale del territorio, realizzato parchi urbani, attratto realtà di qualità e internazionalità come Fendi, Givenchy e Viola Park con la sede della ACF Fiorentina, che hanno riqualificato siti degradati e abbandonati rendendo il nostro territorio propulsivo e dinamico”.

    “Un’amministrazione – dicono ancora – che ha dato, dopo oltre 40 anni di parole, finalmente il via ai lavori della Variante alla Chiantigiana, che ha avviato il recupero della tenuta di Mondeggi e che ha saputo intercettare per i prossimi anni decine di milioni di fondi PNRR”.

    “Poi c’è la politica – sottolineano – che è altrettanto cosa seria e fondamentale per ben amministrare e svolgere bene il proprio ruolo a servizio della comunità”.

    “E qui – fanno… qualche conto – il candidato Franco Pestelli ci sembra non abbia contezza della situazione e non abbia analizzato bene cosa è accaduto alle recenti elezioni politiche del 2022, ultimo sondaggio reale di come la vedono i cittadini”.

    “Evidentemente – rincarano – non si è accorto che il Pd a Bagno a Ripoli non ha più i voti del 2014 (61%), del 2019 (46%) ma bensì il 34,6 % che è chiaramente molto lontano dal 50% che gli servirà per guidare questo comune. L’autosufficienza politica dunque non esiste più”.

    “Se la proposta è di rimettere le lancette indietro di 20 anni – accusano – e di mettere veti senza parlare di programmi e proposte non ci stiamo e auguriamo in bocca al lupo a Pestelli per le sue primarie”.

    “Se non ci saranno le condizioni – riprendono – noi, lo diciamo da tempo, siamo pronti a scendere in campo con una nostra candidatura autorevole e con la voglia di guardare sempre avanti”.

    “Bagno a Ripoli – concludono da Italia Viva – è sempre stato un comune profondamente riformista. E continuerà ad esserlo in opposizione a declinisti e populisti”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...