spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La Costituzione raccontata dai ragazzi, gli studenti del “Gobetti-Volta” recitano la Carta in piazza

    Appuntamento al giardino "Nano Campeggi" ai Ponti mercoledì 31 maggio dalle ore 9.30

    BAGNO A RIPOLI – L’articolo 1 innanzitutto, dove si riconosce nell’Italia una Repubblica democratica fondata sul lavoro.

    Ma anche l’articolo 21, che difende la libertà di pensiero. Oppure il 34, che garantisce il diritto all’istruzione.

    Tra recital, letture e canti, le ragazze e i ragazzi dell’istituto superiore “Gobetti-Volta” di Bagno a Ripoli portano in piazza la Costituzione.

    Un’iniziativa, che si svolge con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli, in programma mercoledì 31 maggio dalle 9.30 al giardino “Silvano Nano Campeggi” ai Ponti, alla vigilia della Festa della Repubblica del 2 giugno e in occasione del 75esimo anniversario della Carta, in vigore dal 1° gennaio 1948.

    L’iniziativa, intitolata “La Costituzione raccontata dai ragazzi”, avrà come protagonisti gli studenti delle classi 1B del Liceo scientifico, 2E del Linguistico, 4F del Liceo sportivo, 4B e 5C del Linguistico.

    Gli alunni declameranno ai cittadini alcuni degli articoli più significativi della nostra Carta Costituzionale, attraverso riferimenti storici, piccole rappresentazioni e canti.

    “L’obiettivo – dicono dal Comune di Bagno a Ripoli – è quello di promuovere la conoscenza della legge fondamentale e portante della nostra Repubblica, rendendola ancora una volta patrimonio di tutti”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...